Chieti, “retrocessi” 54 prof universitari

Pubblicato il 24 Maggio 2011 13:50 | Ultimo aggiornamento: 24 Maggio 2011 13:51

CHIETI – All’Università di Chieti 54 professori sono stati “retrocessi”. Ne dà notizia Il Quotidiano d’Abruzzo, spiegando che “il Collegio dei revisori dei conti ha dato un parere negativo al Consiglio di Amministrazione sull’assunzione di 37 docenti di prima fascia freschi di nomina e 17 associati”. Tutti i docenti, dunque, saranno “retrocessi” alla precedente mansione: tra di loro c’è anche Massimo Sargiacomo, nominato pro-rettore dal rettore Franco Cuccurullo.

Il Quotidiano d’Abruzzo ha cercato di interpretare il senso di questa decisione: “Pare che l’ateneo, per una questione di punteggi, non avesse la disponibilità di posti per assumere i prof freschi di concorso”. Ma, prosegue l’articolo, “da qualche parte si sostiene, invece, che l’assunzione s’ha da fare, una volta espletato l’iter del concorso”.

Dunque, prosegue l’articolo, “in base a quanto descritto nel verbale numero 13 dei revisori, si è ribadito “il contrario avviso alle disposte assunzioni giacché, come anticipato nel precedente verbale numero 9, esse costituiscono violazione dell’art. 29 comma 18 della legge 240/2010 che fissa le condizioni per procedere alle assunzioni in parola”.

Probabilmente, ipotizza allora il quotidiano, i “chiarimenti” potrebbero arrivare “dall’annunciato ricorso dei docenti “retrocessi”.