Usa. 30 mila esperti di tutto il mondo a congresso Società Americana Oncologia

Pubblicato il 1 Giugno 2012 16:35 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2012 16:36

CHICAGO, STATI UNITI – Si apre con la notizia di un finanziamento di cinque milioni di dollari alla ricerca il congresso della Societa’ americana di oncologia clinica (Asco), principale appuntamento mondiale del settore, che vedra’ riuniti a Chicago oltre 30 mila esperti da tutto il mondo, contando anche una forte presenza italiana.

I riflettori saranno puntati sulle terapie piu’ innovative, a partire dalla cosiddetta medicina ‘personalizzata’, che sulla base delle conoscenze del genoma punta a rendere disponibili cure ‘su misura’ delle caratteristiche dei singoli pazienti. Ed e’ proprio per sostenere la ricerca innovativa in oncologia che la Fondazione ‘Conquer cancer’ dell’Asco premia con cinque milioni di dollari in borse di studio oltre 200 ricercatori da tutto il mondo.

”A 50 anni dall’inizio dell’era dell’oncologia moderna – afferma Michael Link, presidente dell’Asco – possiamo oggi vedere chiaramente i frutti dei nostri investimenti nella ricerca. Gli ultimi studi, ad esempio, evidenziano i grandi progressi fatti nella medicina ‘di precisione’ o ‘personalizzata’, che identifica e sfrutta i punti deboli del cancro dal punto di vista della genetica per arrestare la crescita del tumore e, in alcuni casi, per eradicare il male”.

La buona notizia e’ che oggi al cancro si sopravvive sempre di piu’: solo negli Usa sono 12 milioni i ‘sopravvissuti’, contro i tre milioni degli anni ’70. Da qui – come emerge da uno studio della Harvard Medical School di Boston – la necessita’ di aumentare le conoscenze tra i medici di base su come trattare gli ex pazienti oncologici, soprattutto in relazione agli effetti collaterali a lungo termine delle terapie antitumorali (dai problemi cardiologici e neurologici alla menopausa precoce), ai quali questi soggetti possono andare incontro.