Usura, perquisizioni a tappeto in case e studi legali di avvocati di Roma e Napoli

Pubblicato il 25 Novembre 2010 13:31 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2010 13:34

Raffica di perquisizioni, nella mattinata di giovedì 25 novembre, in uffici e abitazioni di alcuni avvocati a Roma, Napoli ed altre città nel contesto di un’inchiesta per usura.

L’inchiesta della Procura di Napoli che ha determinato le perquisizioni degli studi legali e delle abitazioni dei legali ruota  intorno alla società di factoring Factorsanitaria spa e a presunte irregolarità legate ai tassi di sconto applicati a privati che hanno ceduto alla società crediti vantati nei riguardi del servizio sanitario nazionale. L’indagine è svolta dal pm Graziella Arlomede ed è coordinata dal procuratore aggiunto Franco Greco. Assistono alle perquisizioni nei diversi studi legali anche i pm di Napoli Giuseppe Novello, Paolo Sirleo ed Henry John Woodcock.

Gli studi legali coinvolti nell’inchiesta. Il gip di Napoli Luigi Giordano, accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica partenopea, ha disposto la perquisizione a Napoli degli studi legali e delle abitazioni degli avvocati Claudia Palombo, Concetta Saetta e Maria Rosaria Manselli; a Roma degli avvocati Alessia e Annalisa Melchiorri; a Salerno dell’avvocato Nicola Zammiello. Tutti hanno svolto prestazioni legali per la Factorsanitaria e sono indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte attivita’ illecite della societa’. E’ stata disposta anche la perquisizione – ma solo per attivita’ limitate, non essendo il legale indagato – dello studio e dell’abitazione di un altro avvocato napoletano.