Vaccino AstraZeneca versione spray nasale, iniziano i test scientifici nel Regno Unito

di Caterina Galloni
Pubblicato il 28 Marzo 2021 12:30 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2021 18:06
Vaccino AstraZeneca versione spray nasale

Vaccino AstraZeneca versione spray nasale, iniziano i test scientifici nel Regno Unito (foto ANSA)

I ricercatori di Oxford hanno avviato le procedure per la somministrazione come spray nasale del vaccino Covid AstraZeneca nella speranza che inneschi una risposta immunitaria migliore e più rapida nei polmoni.

Gli scienziati ritengono che gli spray nasali possano essere più efficaci sulle cellule immunitarie dei polmoni, gola e naso, rendendole ancora più efficienti nella difesa contro il Covid.

Lo studio sul vaccino AstraZeneca versione spray nasale

I test dell’ateneo britannico riguarderanno un primo gruppo di 30 adulti d’età superiore ai 40 anni che verranno monitorati per quattro mesi così da verificare che sia sicuro.

In caso di successo, lo studio di fase uno andrà avanti e verranno reclutati decine o potenzialmente centinaia di adulti per esaminare se lo spray nasale è in grado di scongiurare il virus.

I vaccini spray nasali rappresentano un’ottima notizia per chi ha  paura degli aghi e potrebbero inoltre alleviare i problemi di fornitura che hanno ostacolato l’introduzione del vaccino in tutto il mondo. Il metodo è già utilizzato per somministrare ai bambini i vaccini contro l’influenza.

Vaccini del futuro in spray nasale?

Nel Regno Unito, all’inizio del 2021, altri scienziati hanno iniziato a testare su volontari un diverso vaccino spray nasale, COVI-VAC.

Lo spray, prodotto da Codagenix, azienda di New York, contiene una forma geneticamente modificata di Covid ed è in fase di test a Londra, su 48 adulti.

Nel frattempo, il Gamaleya Research Institute of Epidemiology and Microbiology russo sta sperimentando il vaccino Sputnik V in versione spray nasale. L’istituto prevede di completare i test clinici entro la fine dell’anno.

Anche gli scienziati dell’Università di Birmingham stanno lavorando a un trattamento del Covid con uno spray nasale. Non agisce come un vaccino ma mira a prevenire le infezioni da Covid catturando il virus nel naso. I ricercatori sperano che lo spray possa essere disponibile nelle farmacie nei prossimi mesi.