Ventimiglia (Imperia), con un falso profilo adescava e ricattiva minorenni: denunciato

Pubblicato il 31 Gennaio 2011 14:22 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2011 15:19

GENOVA – Si era creato un falso profilo su Facebook per adescare minorenni. Un macellaio di 30 anni, residente a Ventimiglia, è stato denunciato per sostituzione di persona, detenzione di materiale pedopornografico ed estorsione.

Attraverso il social network aveva convinto una quindicenne a farsi spedire un filmato in cui la ragazzina compariva seminuda e aveva poi preteso 50 euro per non pubblicarlo.

Davide B., questo il finto nome dell’uomo che su Facebook aveva detto di avere solo 16 anni, è stato identificato dalla polizia al termine di una complessa operazione che ha visto impegnati gli agenti del commissariato di Ventimiglia e la polizia postale di Imperia.

Gli investigatori sono risaliti alla sua identità, dopo che gli alunni di una scuola media avevano confidato i ricatti ad alcuni agenti, nel corso di una lezione sulla legalità. Messo alle strette il finto adolescente ha ammesso di avere creato il falso profilo e di avere preteso da una ragazzina i 50 euro in cambio del suo silenzio.

Le indagini proseguono perché gli investigatori non escludono che nella rete dell’uomo siano finite altre ragazzine.

[gmap]