Vulcano Islanda: 60 voli cancellati in Toscana

Pubblicato il 16 Aprile 2010 17:59 | Ultimo aggiornamento: 16 Aprile 2010 18:14

Voli cancellati ma nessun bivacco di passeggeri rimasti a terra negli aeroporti toscani di Firenze e Pisa a causa delle difficoltà create al traffico aereo europeo dall’eruzione di un vulcano in Islanda.

A Pisa sono stati cancellati 40 voli, un numero consistente dovuto al fatto che il Galilei è uno scalo collegato da compagnie low cost come Ryanair, Easyjet, Norvegian. No e Transavia che hanno parecchi voli destinati a Regno Unito, Irlanda, Francia, Danimarca, Olanda, Germania e Norvegia.

Tuttavia sono pochissimi i passeggeri in attesa in aerostazione: a quanto risulta si tratterebbe dei pochi che non sono stati avvisati della cancellazione dei voli. Un portavoce della società di gestione Sat ha affermato che “British Airways ed Easyjet hanno pagato l’albergo ai propri passeggeri non residenti in Toscana e tutte le compagnie consentono attraverso i propri siti Internet il cambio di prenotazione senza costi aggiuntivi oppure il rimborso del costo del biglietto”.

A Firenze sono stati cancellati una ventina di voli diretti al Nord Europa, in particolare quelli per Parigi, Francoforte, Londra e Amsterdam, ma non ci sono passeggeri in attesa. “La situazione del traffico aereo è critica – dichiara un portavoce della società di gestione Adf – Pertanto suggeriamo ai passeggeri in partenza da Firenze sono caldamente invitati a contattare la compagnia aerea prima di recarsi in aeroporto e a controllare il sito Internet alla sezione partenze”.