Yara, il cugino del marocchino: “Lo avevano già interrogato, lui non ne sa nulla”

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 15:29 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 15:30

Le ricerche di Yara Gambirasio

Prima di essere bloccato sulla nave in partenza da Genova, Mohammed Fikri, il marocchino fermato per la sparizione di Yara Gambirasio, era stato già interrogato dai carabinieri, e poi rilasciato. Lo sostiene uno dei cugini di Fikri, Abderrazzaq, l’uomo presso la cui abitazione a Montebelluna l’indagato risulta avere la residenza.

Abderrazzaq ribadisce che Mohammed non conosceva Yara Gambirasio: ”Ne abbiamo parlato – spiega, riferendo del suo ultimo incontro con il cugino, venerdì scorso – Era tranquillo, ma non ci siamo soffermati molto a discutere della vicenda”.

”Mi ha solo detto – racconta – che i carabinieri l’avevano interrogato per due ore facendogli tante domande, ma che alla fine l’hanno lasciato libero. Poi abbiamo cambiato discorso perché il fatto non lo coinvolgeva più di tanto”. ”Non sa niente – sottolinea l’uomo – e non aveva nulla di che preoccuparsi o per essere spaventato. Perché deve esserlo se non c’entra niente?”.