Yara, l’autopsia: sei coltellate e un violento colpo in testa

Pubblicato il 11 Marzo 2011 20:01 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2011 20:01

Yara Gambirasio

BREMBATE –  Yara Gambirasio è stata colpita da sei coltellate e da un corpo contundente  che le ha causato anche una forte contusione in testa.  Sono i risultati della relazione preliminare dell’autopsia sul corpo della ragazza, consegnata nel pomeriggio di venerdì 11 marzo al pm Letizia Ruggeri, incaricata delle indagini. I risultati degli esami, di fatto,  confermano le indiscrezioni uscite nei giorni scorsi. Vengono quindi confermate le sei coltellate: una al collo, una a un polso e quattro alla schiena.

Confermato anche il dettaglio della strana forma delle lesioni alla schiena: due formano una X, attraversata orizzontalmente dalle altre due, parallele. Cosa, questa, che ha fatto nascere il sospetto di un simbolo esoterico e quindi di omicidio dal carattere rituale. E l’ipotesi ufficialmente non viene esclusa, tanto che il tipo di disegno verrà sottoposto all’esame di un esperto di simboli esoterici. In più la relazione preliminare dell’autopsia sottolinea la presenza di una forte contusione alla testa, procurata con un corpo contundente, che però, al momento non può essere identificato con precisione. Potrebbe trattarsi di un oggetto qualsiasi, da un martello a una pietra.

Punto di domanda invece su due questioni ancora aperte: la possibilità che Yara sia stata violentata (non ci sono tracce in questo senso ma anche niente che lo possa escludere definitivamente) e le caratteristiche e l’integrità delle tracce di Dna rilevato sui vestiti della ragazzina. Per sapere qualcosa di certo, ha chiarito il magistrato, serviranno ancora 90 giorni.

[gmap]