Yara: il pm non chiede il carcere, libertà vicina per Mohammed Fikri

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 18:56 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 19:12

Il pm di Bergamo, Letizia Ruggeri, al termine dell’udienza di convalida del fermo del marocchino Mohamed Fikri indagato per la scomparsa di Yara Gambirasio, non ha chiesto la custodia cautelare in carcere. Second0 il magistrato, infatti, con il passare delle ore, non vi sarebbero piu’ indizi di gravita’ tale da richiedere la custodia cautelare.

Il pm ha comunque chiesto la convalida del fermo di sabato scorso ritenendo sussistenti i presupposti. Si profila, pertanto, la scarcerazione del marocchino nelle prossime ore. A determinare la scelta del pm di non chiedere la custodia in carcere del marocchino, a quanto si e’ saputo, vi sarebbe stata anche una nuova traduzione della frase, in arabo, intercettata dagli investigatori, che inizialmente suonava come: ”Allah mi perdoni, non l’ho uccisa io”. Alla luce della nuova traduzione – sempre secondo quanto si e’ appreso – la frase sarebbe invece stata una sorta di imprecazione slegata dal caso della ragazza scomparsa.