Astrologia, a Milano due studiosi ne parlano in una libreria vicino al Duomo

di Francesca Cavaliere
Pubblicato il 14 aprile 2018 10:19 | Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2018 10:19
Astrologia, incontro accanto al Duomo. A Milano due studiosi spiegano come utilizzarla

Astrologia, a Milano due studiosi ne parlano in una libreria vicino al Duomo

Milano- Si parla di Astrologia vicino al Duomo di Milano. Due studiosi, Anna Maria Morsucci e Luciano Drusetta, ci danno un appuntamento domenica 15 aprile a Milano per raccontarci di stelle e farci conoscere due loro libri che parlano uno del tema natale e l’altro della possibilità di prevedere gli eventi futuri in base a calcoli astrologici.

Ospiti della libreria Gruppo Anima, la più grande libreria esoterica italiana che si trova nella Galleria Unione 1, da sfondo la meravigliosa e magica cornice che offre il Duomo di Milano, i due studiosi, dalle 15.30 in poi, accoglieranno chi vorrà partecipare all’incontro gratuito “Astrologia, capire il presente per creare il futuro”.

Abbiamo voluto incontrare Anna Maria Morsucci, giornalista che studia astrologia da circa vent’anni, per farci raccontare brevemente il suo punto di vista su una disciplina di cui i più hanno conoscenze incomplete o distorte.

“Comunemente, quando si pensa all’Astrologia, ci si immagina un futuro già tutto scritto. Tuttavia, oggi un numero sempre maggiore di persone la usa come strumento per vivere meglio e realizzare i propri obiettivi. Un po’ come guardare il meteo: se so che potrebbe piovere mi porto l’ombrello; se desidero andare al mare scelgo la località migliore. Il Tema Natale e gli strumenti previsionali come la Rivoluzione Solare forniscono una “fotografia” del cielo sopra di noi e una mappa delle nostre potenzialità. “Non dobbiamo però pensare che la fotografia che ci arriva sia immutabile. I recenti studi sulla mente umana hanno dimostrato che le stesse connessioni del nostro cervello possono cambiare. Obiettivo dell”Astrologia è quindi aiutare la persona a comprendere e a trasformare se stessa”.

Che cosa intende quando dice che astrologia e previsione possono servire a migliorare la nostra vita e che possono essere uno strumento per entrare maggiormente in sintonia con noi stessi?

Attraverso l’uso di questi strumenti, e ci tengo a sottolineare la parola “strumenti”,  è possibile aiutare la persona a “svelare” la materia di cui è composta. L’astrologia -ovviamente sto parlando di quella che analizza il tema di nascita- può aiutarci a capire perché in un periodo particolare possiamo essere ribelli, se la situazione richiede pazienza e se noi siamo disposti a esserlo. Oppure perché in un altro momento possiamo trovarci a ricoprire il compito di Buon Genitore che si deve prendere cura del prossimo, assumendoci la responsabilità di influire sulla vita di un’altra persona.

Potrebbe farci capire meglio con un esempio concreto?

Quando facciamo una domanda impariamo presto a capire che una risposta sì o no è completamente inutile. Domande come: “Troverò un lavoro?” non possono e, a mio avviso, non devono essere poste a chi effettua una consultazione astrologica perché influiscono troppo sulle scelte che si faranno da lì in poi. Se, per caso, la risposta fosse positiva, potremmo metterci felici in poltrona e aspettare che il lavoro ci cada dal cielo… allo stesso modo, se fosse negativa, potremmo stare di nuovo su quella poltrona deprimendoci. Le domande che poniamo sono molto importanti e anche lo stato d’animo in cui ci poniamo in una situazione. Il tema natale ci può aiutare a prendere coscienza di chi siamo veramente, di cosa vogliamo diventare e del viaggio che bisognerà intraprendere per arrivarci creando una nostra road map.

E per quanto riguarda le tecniche previsionali?

Molti, anche vip, si fanno fare dall’astrologo la Rivoluzione Solare, il metodo previsionale che si basa sul ritorno annuale del Sole nell’esatta posizione che esso occupava al momento della nascita. Con questa nuova data si crea così un secondo grafico che ci può aiutare a identificare gli indirizzi generali dell’anno, da compleanno a compleanno. Luciano Drusetta domenica porterà la sua esperienza dandoci la possibilità di decidere se questo potente metodo possa fare al caso nostro. Così, ha messo l’attenzione anche su un aspetto molto importante: quando creiamo questo nuovo grafico di Rivoluzione Solare, dobbiamo tenere conto non del luogo in cui siamo nati ma di quello in cui ci troviamo nel momento in cui compiamo gli anni. Questa sua intuizione fornisce per certi versi a ognuno di noi la possibilità di “scegliere” la propria Rivoluzione Solare, perché il grafico cambia a seconda del luogo in cui ci troviamo. Ovviamente nel grafico non cambiano le posizioni dei pianeti in cielo ma cambia l’Ascendente e il luogo  – le case – dove essi si collocano permettendoci di scegliere quella più in linea con ciò che desideriamo ottenere nell’anno. Da coach – oltre che studiosa di astrologia – considero questa ipotesi particolarmente rilevante e suggestiva. Il compleanno è sempre un’occasione importante di bilanci e di progetti. Quindi il miglior momento per “programmarci” su ciò che vogliamo realizzare nell’anno.

Come deve essere quindi la consulenza astrologica?

Un momento in cui siamo portati a mettere un punto fermo su quello che abbiamo realizzato ma anche su quello che desideriamo ottenere. Al di là dell’astrologia, chi studia materie che si occupano di consapevolezza come coaching, counseling o la psicologia è noto che la visualizzazione è utile quando ci concentriamo sul processo che ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi. Creare nella nostra mente l’immagine di noi stessi impegnati nel perseguire i nostri traguardi, di fatto, sprona all’azione e porta a realizzare più facilmente ciò che vogliamo. Insomma, il futuro lo costruiamo con le immagini e le parole.

Anna Maria Morsucci, laureata in Lettere Classiche, giornalista, autrice, executive coach ICF e studiosa di Tarocchi e di Astrologia, è autrice di “Dio è la mia avventura”, “Astrologia per tutti” e “I Tarocchi Marsigliesi per tutti”, quest’ultimo scritto con Antonella Aloi. Ha curato, insieme a Riccardo Minetti, il catalogo e la mostra “Tarocchi dal Rinascimento a oggi” che si è tenuta al Museo Ettore Fico di Torino, dal 4 ottobre 2017 al 14 gennaio 2018.

Luciano Drusetta studia Astrologia da oltre 30 anni e recentemente ha scritto “la Rivoluzione Solare Rilocata”, un manuale in cui spiega come fare previsioni astrologiche.

 

Titolo dell’evento: “Astrologia, capire il presente per creare il futuro”. Ingresso libero

Appuntamento domenica 15 aprile ore 15.30 alla Libreria Gruppo Anima presso Galleria Unione 1, a Milano