Bologna/ Il parroco dà l’imprimatur alle prove del coro gay

Pubblicato il 29 Luglio 2009 8:55 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 8:57

Don Nildo Pirani, parroco della chiesa di San Bartolomeo della Beverara, ha detto sì alla richiesta di Komos, un coro omosessuale di 25 uomini, per avere a disposizione una sala prove all’interno della parrocchia.

«Non è in gioco la condivisione o meno dei problemi dei gay, – commenta Don Nildo –  il punto è la concessione di una sala prove per cantare. Se cantano, che male fanno?».

I 25 coristi si esercitavano in precedenza all’interno del Cassero, nella sede dell’Arcigay di Bologna , da cui si sono allontanati per dei dissapori dopo la cancellazione di un concerto.