Con il ritorno del caldo africano 5 consigli per risparmiare energia elettrica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Settembre 2019 10:15 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 10:15
Con il ritorno del caldo africano in Italia, ecco 5 consigli per risparmiare energia elettrica

Nella foto Ansa, un condizionatore

ROMA – Torna il caldo africano e i consumi dell’energia elettrica riprendono un’inevitabile ascesa causata dall’uso senza freni dei condizionatori, necessariamente sempre in funzione e anzi impostati spesso al massimo nelle ore più calde. Una situazione, questa, aggravata per altro anche dagli aumenti estivi in bolletta arrivati per le famiglie italiane il primo luglio, e da ulteriori previsioni di rincaro qualora non si dovesse fermare l’aumento dell’IVA. Attualmente quindi il modo migliore per risparmiare sui costi della luce è quello di imparare a gestire al meglio i propri consumi: vediamo dunque qualche consiglio.

Imposta il condizionatore come deumidificatore.

Quando il condizionatore funziona come deumidificatore riesce in ogni caso a raffreddare l’aria dell’ambiente come desiderato, senza però avere gli stessi consumi di quando è impostato in modalità “cool”. Questo perché anche in questo caso, nonostante il processo di sottrazione di acqua dall’ambiente sia certo prioritario, svolge comunque la sua funzione di riduzione del calore. Il risultato ottenuto è quindi quello di un ambiente altrettanto fresco, ma molto meno umido e più salubre soprattutto per bambini e anziani.

Scegli una tariffa adatta a te e sfruttala nel modo giusto.

Tra i tanti metodi che si possono applicare per ottenere un risparmio significativo in bolletta, uno cui spesso non si pensa è quello di confrontare le offerte luce proposte dai diversi gestori, come Acea ad esempio, per trovare tra queste quella che meglio si adatta alle proprie esigenze. Valuta quindi attentamente quelli che sono i tuoi consumi e il tuo stile di vita, per poi cominciare a vagliare le diverse opportunità offerte dal mercato.

Spegni le luci il più possibile.

Ci sono alcune luci che rimangono sempre in funzione per abitudine o, spesso, per una banale dimenticanza. Ma anche se i consumi delle lampadine accese possono sembrarti irrisori, al momento dei conti in bolletta finiscono con il pesare anche qualche decina di euro in più: da questo punto di vista, quindi, spegnerle può davvero fare la differenza. Se preferisci non pensarci, invece, monta degli interruttori intelligenti e sostituisci con i LED tutte le lampadine di casa, così da assicurarti un certo risparmio.

Attenzione agli elettrodomestici.

Ci sono elettrodomestici che vengono definiti energivori proprio perché quando li accendi consumano moltissima energia, come forno, lavatrice e lavastoviglie. Certo servono, ma se ogni volta che è possibile si decide di usare il fornetto al posto del forno e si accendono lavastoviglie e lavatrice solo a pieno carico il risparmio può essere davvero notevole, soprattutto se non hai ancora acquistato per gli elettrodomestici che consumano di più i nuovi modelli in tripla “A”. E vogliamo parlare del frigo lasciato aperto quando beviamo un po’ d’acqua o rassettiamo il cassetto degli ortaggi? Meglio piuttosto tirare fuori cassetto e bottiglia e agire con calma a frigo chiuso.

Finestre e isolamento.

È convinzione comune che le finestre a taglio termico servano solo d’inverno per mantenere il calore in casa. In realtà non è così, perché quando rinfreschi un ambiente e apri la finestra, o tieni spalancata la porta del balcone, l’aria più fresca fugge via e il condizionatore non smette di pompare. Una stanza ben isolata invece mantiene basse sia la temperatura che l’umidità, e il condizionatore quando va a regime spegne il compressore dell’inverter e lascia accesa solo la ventola per il riciclo, ottenendo quindi un risparmio notevole.

Risparmiare sulle bollette richiede certamente un po’ di attenzione, ma non si tratta certamente di un compito impossibile.