Capodanno in Europa: Budapest la capitale più economica

Pubblicato il 29 Dicembre 2011 11:56 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2011 12:00

ROMA – A Capodanno e' Budapest la capitale del risparmio. A Londra e Berlino i prezzi salgono quasi del 50%, mentre scendono a Stoccolma e Barcellona. Ô quanto emerge dall'analisi di Hrs.com, portale di prenotazioni alberghiere, che ha confrontato il prezzo per notte di S. Silvestro con i prezzi medi registrati durante tutto il 2011.

Il risultato evidenzia che nelle città europee più gettonate, come Londra e Berlino, si registrano i rincari più alti, fino al 46% in più rispetto ai prezzi medi del resto dell'anno. E se per assistere al più grande spettacolo pirotecnico d'Europa, di scena nella capitale inglese, i turisti spendono mediamente 202,70 euro (63 euro in più rispetto al prezzo medio), per un brindisi all'ombra della porta di Brandeburgo, che ospita la più grande festa di piazza del mondo, si arriva a spendere per una notte fino a 127 euro, circa 41 euro in più rispetto alla media registrata nel corso dell'anno.

Tra le capitali europee molto apprezzate dai turisti anche Roma e Parigi. Quest'anno il Capodanno nella capitale francese sarà povero di fuochi artificiali, proibiti per motivi di sicurezza, e l'unico spettacolo pubblico si terrà sotto la Torre Eiffel. Nonostante ciò i parigini festeggeranno in strada con i turisti, augurando "une bonne annèe" con un bacio e un bicchiere di bollicine. A Parigi il prezzo medio per notte registrato è di 180 euro, il 41% più alto della media annuale.

Più vantaggioso trascorrere la notte di S. Silvestro a Roma, dove si arriva a spendere 121 euro, con una variazione di prezzo del 22% rispetto alla media annuale.

Come capitale del risparmio,dunque si afferma Budapest, con i suoi 63 euro per notte (il 12% in meno rispetto al resto dell'anno). Insieme a Stoccolma e Barcellona è tra le mete più consigliate per chi intende effettuare un viaggio last minute; il prezzo degli hotel in queste città è minore rispetto alla media annuale. La capitale della Catalogna registra un calo del 5% assestandosi a 105 euro a notte, mentre la capitale della Svezia scende del 16% fermandosi a 107 euro per notte.