Coronavirus, medici in prima linea: arrivano i corsi di aggiornamento Consulcesi

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2020 13:23 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2020 13:23
Coronavirus, medici in prima linea: arrivano i corsi di aggiornamento Consulcesi

Coronavirus, medici in prima linea: arrivano i corsi di aggiornamento Consulcesi

ROMA  –  I medici sono le prime sentinelle per riconoscere il Covid-19 ed è indispensabile il loro continuo aggiornamento per la gestione della malattia.

Dalla gravidanza alla sicurezza sul lavoro, dalle linee guida sul pronto soccorso alla gestione del paziente allergico e diabetico, nella Fase 2 della pandemia sarà quanto mai vitale essere continuamente formati in un ambito, quello sanitario, completamente stravolto e messo a dura prova.

Per venire incontro a queste nuove necessità dei sanitari Consulcesi realizza una serie di corsi di aggiornamento professionale per i medici (obbligatori per legge denominati ECM ) proprio sul Covid.

Il coronavirus ha modificato l’attività sanitaria in ogni ambito: dalla più complessa operazione chirurgica alla semplice visita di controllo, niente sarà più come prima.

La collana di corsi Consulcesi rappresenta uno strumento di formazione e una guida ampia ed aggiornata a disposizione dei professionisti sanitari per affrontare la pandemia ed i suoi effetti.

La collana fa parte di un progetto formativo integrato che unisce arte, solidarietà e formazione, a partire dal docufilm ‘Covid-19, il virus della paura’: i contenuti scientifici sono stati curati da riconosciuti esperti come Massimo Andreoni, direttore della UOC Malattie infettive del Policlinico Tor Vergata di Roma e Giorgio Nardone, psichiatra esperto di psicosi. 

“Dovremo convivere con il coronavirus per molto tempo, – dichiara Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi – quindi le competenze mediche delle diverse professioni sanitarie, dai medici di base ai pediatri e agli infermieri, se opportunamente formati, diventano un primo filtro necessario per il riconoscimento dei casi e un più attento monitoraggio della situazione. In questo momento la formazione è la pedina vincente per uscire dalla fase 2″.

“All’inizio c’era molta confusione – prosegue Tortorella -, le indicazioni erano contrastanti e poco chiare. Attualmente la comunità scientifica ha raccolto informazioni preziose per contenere la pandemia. Ora più che mai, quindi, sarà la corretta veicolazione della nuova conoscenza a fare la differenza. E se ogni singolo cittadino è chiamato ad informarsi, sono i professionisti sanitari i primi a doversi far trovare preparati, sia per competenza che per responsabilità verso i pazienti e la loro salute”.

Questi corsi, visto il periodo, saranno facilmente effettuabili con l’utilizzo di ricercate tecniche di didattica a distanza e avanzate piattaforme tecnologiche.

Sul sito www.covid-19virusdellapaura.com/#ecm sono disponibili già i primi titoli della collana.

Si parte con “Covid-19, l’esperienza cinese: prevenzione, diagnosi e trattamento” realizzato in collaborazione con Operation Smile e basato sui documenti prodotti dalla Facoltà di Medicina dell’Università di Zhejiang (Cina).

Il secondo titolo, ‘Covid-19 e la tutela dei lavoratori. Protocolli e procedure di sicurezza nelle strutture sanitarie’, offre informazioni fondamentali per la riapertura in sicurezza dei lavoratori nelle strutture sanitarie.

Tra gli altri temi affrontati dai corsi le allergie, l’ipocondria, la comunicazione a distanza medico-paziente, il diabete. (Fonte: Consulcesi)