De Cecco, nuovo piano industriale: 60 assunzioni e mezzo quintale di pasta in più fino al 2025

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Dicembre 2020 13:43 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2020 13:43
De Cecco, nuovo piano industriale: 60 assunzioni e mezzo quintale di pasta in più fino al 2025

De Cecco, nuovo piano industriale: 60 assunzioni e mezzo quintale di pasta in più fino al 2025 (Foto Ansa)

Il piano industriale del Gruppo De Cecco per il quinquennio 2021-2025 prevede investimenti per 70 milioni di euro. E poi circa 60 assunzioni. Quindi si prevede una crescita che, a regime, arriverà a 2 milioni e mezzo di quintali di pasta e a 500mila quintali di altri prodotti (olio, sughi pronti, rossi, sostitutivi del pane)

Per avere un termine di paragone, attualmente la produzione consiste in circa 2 milioni di quintali di pasta e 300 mila quintali di altri item. Il piano, approvato all’unanimità dal Consiglio di amministrazione, dunque mira a una forte crescita.

De Cecco, il nuovo piano industriale dopo lo step del 2013

Da ricordare che già nel 2013 la capacità produttiva era stata incrementata in modo consistente con l’inaugurazione di due modernissime linee di produzione, operative a Caldari di Ortona (Chieti). L’azienda fa sapere che “gli investimenti, in parte già finanziati da primarie banche italiane e continentali, riguardano la fabbrica ortonese, 30 milioni di euro per nuovi impianti e 10 milioni per ampliamento del fabbricato, e lo storico stabilimento di Fara San Martino (Chieti), dove sono previsti 10 milioni per nuovi macchinari.

Sono stati programmati anche 20 milioni di euro per la nuova olearia. Le assunzioni saranno 30 nel 2021 e altrettante nel triennio successivo – conclude De Cecco – Il Gruppo De Cecco quest’anno supererà 510 milioni di euro di fatturato e alla fine del prossimo quinquennio, secondo le previsioni, potrà toccare quota 650 milioni di euro”. (Fonte Ansa)