Evasione fiscale al tempo del Covid: 8 italiani su 10 potenziali evasori, molti ci vedono una sorta di autotutela

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 23 Gennaio 2022 - 11:15
Evasione fiscale al tempo del Covid: 8 italiani su 10 potenziali evasori, molti ci vedono una sorta di autotutela

Evasione fiscale al tempo del Covid: 8 italiani su 10 potenziali evasori, molti ci vedono una sorta di autotutela

Evasione fiscale, otto italiani su dieci sono potenziali evasori fiscali. Lo rivela un sondaggio choc della  multinazionale IPSOS su incarico del Centri studi  Fiscal focus.

Fiscal focus è un portale che da vent’anni si occupa di questa complessa materia. E rivela pure i motivi per cui si evade. Il 36% – cioè un italiano su tre – dà la colpa ad una eccessiva tassazione. Il 26%, cioè uno su quattro, attrubuisce la colpa ad  una radicata tendenza ad “aggirare le regole e di conseguenza trarne vantaggio. Solo due su dieci (20%) si dice certo di non evadere le tasse e si dichiara pronto ad ogni verifica.

Sono due anni che combattiamo  il Covid. “E sono due anni – spiega il direttore Antonio Gigliotti – che decine di migliaia di professionisti e piccoli imprenditori si chiedono se sia più opportuno pagare le tasse o i costi fissi dell’azienda.

Inclusi quelli per l’acquisizione di nuovi clienti che sono necessari per alimentare un flusso di cassa positivo.

Ormai c’è un clima culturalmente e politicamente avverso all’impresa e che sta deligittimando anche a livello normativo con adempimenti fiscali a catena ed una vera e propria vessazione fiscale chi oggi ha ancora voglia di fare l’imprenditore a vita”.

Anzi sono urgenti per evitare il “fallimento fiscale” di imprese e professionisti. Anche perché una impresa che salta è una risorsa in meno per sostenere la spesa pubblica. Il momento è delicatissimo.  Molti vedono nella evasione una sorta di autotutela  soprattutto in tempi di caro bollette, di disoccupazione con un tasso tra i più elevati ( fonte OCSE), di  carrello della spesa sempre più cari ( e i consumi frenano), l’inflazione è al 3,9% su base annua , il che costituisce un massacro per le famiglie italiane.

Mario Draghi sostiene che evasione…  

Il problema del rincaro dei prezzi aumentati con le detrazioni al 110%. Per carità, dice Supermario, le agevolazioni fiscali restano ma “servono controlli per evitare abusi e che perdano credibilità”. Dicono che ha anche fatto riferimento agli stanziamenti riservati al Biafra ma che andarono persi a causa della corruzione.

Di qui la necessità di controlli ad hoc  per evitare abusi e storture. E il concetto di arginare le frodi per preservare gli abusi edilizi vale per altri ambiti. Un campanello d’allarme, un avvertimento, in vista delle risorse legate al Net generation, la generazione dei più giovani che ha una particolare dimestichezza con l’uso del computer.