Francia, giornaliste innamorate dei politici: un’attrazione che rovina la carriera

Pubblicato il 23 Novembre 2010 11:56 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 12:04

Bernard Kouchner e Christine Ockren

Giornaliste e politici: un’accoppiata sempre più vincente, almeno in Francia. Con ripercussioni sulla carriera delle innamorate. Perché mai è capitato che si chiedessero le dimissioni di un parlamentare o ministro coinvolto in una liaison con una cronista. Ma spesso è successo che venissero chieste le dimissioni delle giornaliste.

L’ultimo caso è quello di Audrey Pulvar: non appena il suo compagno, Arnaud Montebourg, si è candidato alle primarie socialiste Ei-Télé, la rete all news per cui lei lavora, ha  sospeso la sua trasmissione.

Prima di lei una sorte analoga era toccata ad Anne Sinclair, per molti anni la più popolare giornalista televisiva. Nel 1977, dopo le nozze con l’attuale direttore dell’Fmi, Dominique Strauss-Kahn, ha dovuto lasciare la televisione non appena il consorte è diventato il numero due del governo di Lionel Jospin.

Un’altra storia è quella della giornalista televisiva Christine Ockrent. Ha sposato l’ex ministro degli esteri Bernard Kouchner, ma non ha mai voluto abbandonare del tutto la carrier. Solo nel 2007, quando Kouchner è entrato nel governo, ha lasciato una trasmissione politica. Poco dopo però ha accettato di buon grado la nomina ad amministratore delegato della società che gestisce radio e tv pubbliche per l’estero, suscitando polemiche per il legame con il numero uno della diplomazia francese.