Furla da record: il marchio italiano supera i 500 milioni nel 2018

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2019 11:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2019 11:29
Furla da record: il marchio italiano supera i 500 milioni di euro di fatturato nel 2018

Furla da record: il marchio italiano supera i 500 milioni nel 2018

ROMA – Quando si parla di moda e di made in Italy, tutti noi sappiamo che bisogna distinguere i veri cult dai marchi generici e dalle tendenze passeggere. E se si parla di eccellenza, nel senso stretto del termine, allora non potremmo non citare Furla. Si tratta di un vero e proprio brand da record che può contare su quasi un secolo di storia: 90 anni costellati di successi, i quali hanno spinto questo marchio verso una crescita rapida e, pare, inarrestabile. Non stupisce dunque che ci si trovi di fronte ad una firma conosciuta in tutto il mondo, con un fatturato così alto da poter rifiutare la quotazione, e con numeri davvero irraggiungibili anche lato export. Vediamo quindi di scoprire tutte le notizie più interessanti su questo brand così prezioso.

Furla continua a crescere: +5,2% nel 2018.

90 anni di storia e ancora Furla non si accontenta: il 2018 rappresenta la prova più concreta di questo inarrestabile successo, alla luce di numeri sempre migliori. Secondo le analisi ufficiali, infatti, Furla lo scorso anno è riuscita a collezionare un incremento del +5,2% in quanto a ricavi, raggiungendo e superando quota 500 milioni di euro (513, per la precisione). Il tasso di crescita del giro d’affari di Furla si dimostra costante negli anni, a riprova di un successo che non conosce età, né trend particolari.

Come anticipato, poi, si parla per altro di un marchio incredibilmente amato anche all’estero, e che fa delle esportazioni una delle sue punte di diamante più preziose. Soprattutto se si cita il Giappone, primo mercato di questo marchio dato che da solo conta il 22% del totale del fatturato globale. In ascesa anche i dati relativi alle esportazioni negli Stati Uniti d’America, con un incremento del +13,2% (totale 8%). Per quanto riguarda invece le prospettive riguardo al futuro, da questo punto di vista, Furla ha scelto di dedicarsi all’espansione delle proprie categorie merceologiche.

90 anni di eccellenza.

Quasi un secolo di pura eccellenza: una favola partita nel 1927 dalle intuizioni di Aldo Furlanetto, e che ancora oggi riescono a incarnare lo spirito della moda italiana. Uno spirito che sa come aggiornarsi senza per questo mai dimenticare le tradizioni, come dimostrato anche dal successo di alcuni degli accessori di punta quali la borsa Metropolis di Furla: uno dei prodotti più iconici di questo brand, declinato sempre in nuove versioni e ovviamente amato anche all’estero.

Ma quali sono state le tappe più importanti di questi 90 anni di successi? Da questo punto di vista non si può non citare il 1955, anno in cui nacque la prima boutique Furla (a Bologna, e attiva ancora oggi). Gli anni ’70 furono quelli dell’uscita della prima collezione di accessori e borse Furla, mentre il 1990 fu l’anno del boom dell’export di questo marchio.

In conclusione, Furla ha conosciuto una crescita sempre costante, per merito della bellezza dei suoi prodotti e per l’intelligenza delle sue politiche imprenditoriali.