Gb annuncia “indicatore di felicità”: in Italia esiste già, è il Bes

Pubblicato il 1 Novembre 2011 21:11 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2011 22:31

PESARO, 1 NOV – L’idea di ”misurare” la felicita’, lanciata oggi dal premier inglese David Cameron e’ gia’ una realta’ in Italia, dove c’e’ un progetto pilota della provincia di Pesaro Urbino e dell’Istat per sperimentare un nuovo indicatore del progresso: il Bes, il Benessere equo e solidale, contemplato nel piano strategico dell’amministrazione provinciale ”Pesaro 2020. Progetti per una comunita’ piu’ felice”.

La base teorica e’ la stessa del questionario di Cameron (dall’intuzione kennedyana a Stiglitz e Amartya Sen), ”noi – spiega il presidente della provincia Matteo Ricci (Pd) – prendiamo in considerazione 5 parametri, oltre ovviamente alla crescita: la sostenibilita’, la salute e l’aspettativa di vita, le disuguaglianze, la sicurezza sociale, la qualita’ della relazioni sociali”. Rispetto a Cameron (che ha escluso l’ambiente e il riscaldamento globale), ”mi sembra che noi puntiamo maggiormente l’attenzione sulle disuguaglianze”.

”Non si tratta di mettere una pezza al nostro modello di sviluppo – spiega Ricci -, ma di ripensarlo totalmente”. L’idea lanciata dal giovane presidente della Provincia di Pesaro Urbino e’ stata accolta inizialmente dalle stesse critiche che hanno salutato l’iniziativa del premier britannico. Ma successivamente ha fatto scuola, tanto che lo stesso Ricci e’ in questi giorni a Washington come relatore ad un meeting del Center for American Progress.

”Piu’ le cose vanno peggio – afferma -, piu’ sono necessarie queste riflessioni. L’Occidente e l’Italia, in particolare, stanno subendo un trauma collettivo. Ma proprio quando si affrontano le difficolta’, e’ il momento in cui bisogna concentrarsi su cosa e’ importante”. In questo caso ”bisogna ripensare il capitalismo, con un’economia piu’ giusta, valorizzando il lavoro e la sostenibilita”’.

Alla misurazione del benessere e alla felicita’ come categoria dell’azione politica, la Provincia ha dedicato anche un festival lo scorso giugno, con la partecipazione tra gli altri di Roberto Benigni, Gianfranco Fini e dell’economista Alan B. Krueger, ex sottosegretario al Tesoro Usa.

Il Democrat Ricci plaude all’iniziativa del conservatore Cameron: ”fuori dell’Italia c’e’ un dibattito sul futuro, qui invece si galleggia con un Governo che non governa da mesi”. Per il 2012 e’ gia’ in cantiere un’altra edizione del Festival della Felicita’, con il presidente dell’Istat Enrico Giovannini alla guida del comitato scientifico-culturale e la presidenza onoraria a Kathleen Kennedy, figlia di Bob.

Ma per il presidente della provincia pesarese, il vero banco di prova sara’ il 2020, ”se i nuovi indicatori daranno un buon risultato vuol dire che avremo fatto politiche coerenti con i nostri obiettivi”.