Gb. Comunità San Patrignano apre sua associazione a Londra, Casa Italia

Pubblicato il 31 luglio 2012 16:51 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2012 16:51

La comunità di San Patrignano

LONDRA, GRAN BRETAGNA – La comunita’ di San Patrignano apre la sua associazione a Londra. Letizia Moratti, ambasciatrice della comunita’, ha presentato a Casa Italia il progetto che avra’ tre scopi: aiutare i ragazzi britannici che vogliono entrare a far parte della comunita’, assistere le loro famiglie e aiutare i ragazzi che sono usciti da San Patrignano a reinserirsi e a trovare lavoro anche in Gran Bretagna.

L’associazione londinese avra’ come suo punto di riferimento Danny McCubbin, personaggio gia’ attivo nelle imprese a scopo sociale con la sua collaborazione con la Jamie Oliver Foundation, la fondazione dell’omonimo chef britannico che con il suo ristorante Fifteen ogni anno inserisce nella ristorazione 15 ragazzi provenienti da situazioni di disagio. La fondazione dello chef ha anche aiutato San Patrignano a piazzare sul mercato inglese alcuni dei suoi prodotti enogastronomici – tra cui i suoi salumi e formaggi nei grandi magazzini Selfridges – contribuendo ad alimentare le vendite della comunita’ che lo scorso anno ha generato circa 20 milioni di euro, meta’ da donazioni e meta’ dalla vendita dei propri prodotti.

San Patrignano, ha sottolineato la Moratti, vanta risultati davvero sorprendenti: nei suoi oltre 30 anni di attivita’ la comunita’ ha aiutato oltre 20.000 persone con una percentuale di successo del 72%. Tra i 1.320 ragazzi della comunita’ ce ne sono gia’ sei britannici e quattro americani. Uno di loro, Andrew, un ragazzo del sud di Londra, il prossimo anno terminera’ i suoi quattro anni di soggiorno in comunita’ e andra’ ad aiutare McCubbin perche’ – dice quest’ultimo – ”lui e’ un giovane come i ragazzi che vogliamo aiutare e a lui lo ascolteranno”.

McCubbin – che il 26 luglio e’ stato uno dei tedofori che hanno portato la torcia olimpica nel quartiere di Camden – ha gia’ inserito nel lavoro una ragazza uscita da San Patrignano che ora lavora come cameriera al Fifteen. La Moratti ha sottolineato l’importanza di imprese a scopo sociale come San Patrignano in un periodo di crisi economica. ”Il settore pubblico sta riducendo sempre piu’ il suo ruolo e le imprese sociali diventano sempre piu’ importanti”, ha detto, sottolineando come, offrendo alternative alle sentenze detentive, San Patrignano ha gia’ fatto risparmiare alle casse dello Stato oltre 300 milioni di eu