Gioco, Codere fattura 594,6 milioni di euro nel 2020: pesa l’impatto della pandemia

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Febbraio 2021 18:03 | Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio 2021 18:04
Gioco, Codere fattura 594,6 milioni di euro nel 2020: pesa l'impatto della pandemia

Gioco, Codere fattura 594,6 milioni di euro nel 2020: pesa l’impatto della pandemia (Foto Ansa)

Codere, multinazionale leader nel settore del gioco privato, ha annunciato oggi i risultati del quarto trimestre e dell’anno 2020, approvati ieri dal proprio Consiglio di Amministrazione. Nel 2020 il gruppo ha ottenuto ricavi operativi per 594,6 milioni di euro, inferiori del 57,2% rispetto all’anno precedente, a seguito di misure restrittive legate alla pandemia, che hanno portato alla chiusura delle sue attività retail durante buona parte dell’anno.

Le riaperture sono avvenute progressivamente nel corso del terzo trimestre, con nuove chiusure e restrizioni a fine anno, e ritardi nella riattivazione di Argentina e Stato del Messico. Le flessioni più significative si sono prodotte in Argentina (246,5 milioni di euro, unico mercato completamente chiuso tra i mesi di marzo e dicembre), Messico (209,9 milioni di euro) e Italia (188,6 milioni di euro).

Codere, business online in crescita +19,3%

Da segnalare la crescita del business online, che nel 2020 ha realizzato ricavi per 71,3 milioni di euro, il 19,3% in più rispetto all’anno precedente, accentuata ancora di più nel quarto trimestre nel quale, la divisione ha raggiunto un aumento anno su anno pari al 58,7%.

La società ha conseguito a fine anno un Ebitda normalizzato di 22,5 milioni di euro, inferiore del 92,9% rispetto a quello ottenuto nello stesso periodo dell’anno precedente, a causa del calo dei ricavi in ​​tutte le unità di business dovuto alle suddette chiusure, allo stesso tempo ha registrato una perdita di 236,6 milioni di euro, rispetto ai 61,7 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente, in conseguenza dell’impatto della pandemia sui diversi mercati e, in misura minore, della svalutazione delle nostre valute di esercizio rispetto al dollaro.

Codere, assunti consulenti finanziari per migliorare liquidità

Il gruppo ha chiuso l’anno con un cash flow di 110,3 milioni di euro, rispetto ai 103,1 milioni del 2019. Tuttavia, sulla base delle suddette chiusure e della pressione sulla liquidità che si prevede continuerà nel corso dell’anno a seguito dell’attuale situazione di crisi sanitaria, la società ha assunto consulenti finanziari per analizzare alternative che possano migliorare la sua liquidità e rafforzare la struttura del capitale.

In termini di capacità, al 31 dicembre 2020 Codere disponeva di 23.074 apparecchi da intrattenimento (41% della sua capacità a fine 2019), operanti in tutti i territori ad eccezione dell’Italia; 79 sale da gioco operative, 1.049 sale giochi, 153 sedi di scommesse sportive e 5.410 bar.

Queste cifre non includono le sale temporaneamente chiuse in Messico, Panama e Colombia e la chiusura temporanea dei bar in alcune regioni della Spagna a gennaio.