Gli uomini parcheggiano meglio? Gli esami di guida lo dimostrano

Pubblicato il 14 Marzo 2012 16:14 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2012 16:16

LONDRA – E’ l’eterna lotta tra i sessi: poche battaglie sono state combattute altrettanto ferocemente come quella sul parcheggio. Ma da uno sguardo approfondito ai test di guida sembrerebbe che i migliori nell’arte del parcheggio sono gli uomini. Proprio così, stando alle cifre ufficiali, le donne sono meno fortunate nel trovare parheggio: i dati della Driving Standards Agency, il dipartimento britannico dei trasporti, indicano infatti che le donne sono più inclini al fallimento durare il test di guida proprio a causa della prova parcheggio.

Ogni anno nel Regno Unito vengono rilasciate 1,6 milioni di patenti: stando ai dati posseduti dalla DSA, gli esaminatori hanno registrato 1.660.206 errori compiuti dai candidati in sede d’esame che erano abbastanza gravi da decretare la bocciatura. Il numero totale degli errori dunque eccede il numero degli esaminati perché molti di loro hanno compiuto errori multipli.

Altro dato discriminante è che, nel biennio 2010-2011, il 50 percento dei candidati di sesso maschile non ha superato l’esame di guida mentre tra le donne a fallire sono state il 57 percento, determinando un tasso complessivo di errore del 54 per cento.I dati rivelano anche gli errori che hanno portato ciascun candidato a fallire e mostrano che c’è una grande disparità tra i sessi proprio nella prova parcheggio. Mentre 18.798 candidati di sesso maschile non sono riusciti nel parcheggio per mancanza di controllo durante la temuta manovra di retromarcia, le donne che hanno fallito erano più del doppio, ben 40.863.

Le donne avevano anche maggiori probabilità di fallire per inadeguata “osservazione” delle condizioni stradali durante la prova parcheggio: 12.280 gli uomini che hanno commesso l’errore, rispetto alle 15,945 donne.

Le cifre DSA possono dunque essere impugnate contro una recente ipotesi che assegnava alle donne la maglia rosa nel parcheggio. Una relazione basata sulla sorveglianza segreta di parcheggi ha suggerito che, mentre le donne possono richiedere più tempo per parcheggiare, erano però più propense a lasciare i loro veicoli ordinatamente al centro di uno spazio.

Nonostante l’apparente disparità, dunque, i due risultati non risultano essere incoerenti. Molti istruttori sostengono che gli uomini trovano più facile padroneggiare le competenze di base di guida necessarie per passare l’esame, ma sono meno propensi a rispettare tali regole nel tempo. Le donne possono impiegare più tempo ad imparare, ma sono meno inclini a sviluppare cattive abitudini automobilistiche.

Sempre dalle cifre del Dsa, infatti, si evince che più uomini che donne hanno fallito perché non hanno controllato i loro specchietti retrovisori prima di segnalare il parcheggio, con un margine di 6.899 contro 6.223.