Il fachiro a tavola, la donna con le palle, l’illibato, la povera e il modello. I cinque “strani” del Gf

Pubblicato il 26 Ottobre 2009 18:06 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2009 18:24

Massimo mangia solo carne bianca e beve otto litri di acqua al giorno. Di cognome fa Scattarella viene da Bari e racconta che 35 anni fa, ne ha 34, i suoi genitori «lo fecero su una motocicletta»: curriculum e caratteristiche che gli sono valsi l’ammissione al Grande Fratello, è uno dei concorrenti accolto con entusiasmo dagli organizzatori.

Daniela si dice «donna con le palle», viene da Alghero, si chiama Caneo, è sposata «solo che lui lavora tutto il giorno e ieri notte abbiamo fatto l’amore tutto il tempo e io non ho dormito niente». Ha 32 anni e aggiunge: «Mi piacciono molto i preliminari». Dentro anche lei nella Casa, promette una buona performance.

Alberto Baiocco di anni ne ha 26 e di notti d’amore nemmeno una. Anzi niente di niente, si dichiara «orgogliosamente illibato». «E’ una questione di principio, l’amore è una cosa bella e seria, non può essere buttata via così, se è serio, il sesso è un di più». Va ogni giorno a messa. Ora va nella Casa del Grande Fratello, la speranza di conduttori e spettatori è che lì perda la sua verginità, in fondo lo mandano lì dentro per questo.

Carmen Andolina da Bagheria ha 19 anni, incarna la povertà e la fatica, il suo ruolo è quello classico della piccola fiammiferaia che aspetta e cerca il colpo di fortuna portato da fata tv.

E infine George Leonard di Foligno, veste all’indiana, pratica «sport particolari» e si presenta così: «Ho 50/60 pantaloni che porto tutto l’anno». Insomma un Fabrizio Corona più elegante. Va nella casa a «fare look».

Sono cinque del Grande Fratello, cinque “pietanze” della grande abbuffata di casi e tipi umani. Buoni per tutti i palati, soprattutto e sempre per il gusto crescente che Verdone e la Gerini hanno immortalato con lo slogan: «Famolo strano».