Guida all’acquisto per l’arredo del tuo giardino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2018 10:00 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2018 10:38
Guida all'acquisto per l'arredo del tuo giardino

Guida all’acquisto per l’arredo del tuo giardino

ROMA – Prima di arredare un giardino è indispensabile analizzare attentamente alcuni parametri, che riguardano l’estensione, il posizionamento, la tipologia di terreno e soprattutto i propri gusti personali.

Analisi delle esigenze.

Risulta molto più facile e soddisfacente, arredare un giardino di ampie dimensioni: il grande spazio a disposizione permette di utilizzare numerose soluzioni, senza troppe limitazioni. Ma anche se la zona da arredare è contenuta, potrai ottenere ottimi risultati, pur con minori possibilità di scelta. La posizione del tuo giardino rappresenta un altro aspetto di cui tenere conto: la sua esposizione al sole, l’estensione delle aree di terreno in ombra, la distribuzione degli alberi, la presenza di aiuole o siepi, sono tutti fattori che condizionano l’arredo che pensi di utilizzare.

La tipologia di terreno è forse il presupposto che maggiormente può condizionare le tue scelte: se infatti il giardino è pianeggiante non avrai alcun problema, al contrario se dovrai posizionare gli arredi su zone scoscese, allora probabilmente i limiti saranno tanti. Infine, prima di progettare l’arredamento del tuo giardino, cerca di capire quali sono i tuoi gusti personali. Dal giardino in stile inglese a quello roccioso, da quello zen giapponese al tropicale, le possibilità sono davvero tante. In commercio esistono numerose offerte relative a mobili ed accessori di vari stili, l’importante è dare libero sfogo ai propri desideri poiché il giardino rappresenta per tutti un angolo dove potersi rilassare e stare bene, soli oppure in compagnia, tenendo presente che esso dovrebbe riflettere la tua personalità e lo stile dell’abitazione dove vivi.

Qual è l’obiettivo del tuo giardino? Preferisci sfruttarlo per stare con gli amici organizzando pranzi all’aperto, oppure lo consideri il tuo rifugio personale per riflettere in solitudine? Se hai dei bambini, vuoi dedicare loro una zona per giocare con la massima tranquillità? Sei un appassionato di giardinaggio ed ami coltivare piante di ogni tipo? Se vuoi pianificare in maniera efficace il tuo spazio all’aperto, raccogli tutte queste informazioni prima di procedere al suo arredo giardino.

Arredi da giardino.

I mobili per l’arredo del tuo giardino devono soddisfare l’aspetto estetico, ma anche quello funzionale; poiché sono destinati a rimanere in un ambiente esterno, devono essere comodi e soprattutto resistenti, non devono rovinarsi in caso di avverse condizioni climatiche.

– Tavoli e sedie. Cominciando da tavoli e sedie, il materiale d’elezione per la sua fruibilità e facilità di manutenzione è il rattan sintetico, ma anche il legno massello, il teak, dopo trattamento con oli anti umidità oppure con venici specifiche come il mordente, che ne garantiscono un aspetto inalterato nel tempo. Esteticamente meno gradevoli, ma sicuramente più economici sono i tavoli in materiale plastico (polietilene ad alta densità), se ne trovano di moltissime dimensioni e forme, sono leggeri da trasportare, facili da pulire e resistenti alle intemperie.

Un’altra possibilità è offerta dal ferro battuto o acciaio verniciato, dal gusto decisamente retrò, ma ben adattabile in ogni contesto. Ne esistono alcuni modelli con piani d’appoggio a listoni, più attuali rispetto a quelli classici. Molto diffusa oggi è la resina con effetto rattan; questi arredi hanno un aspetto piacevole e sono resistentissimi. Puoi optare anche per un tavolo con piano di vetro inserito in una cornice di rattan; esteticamente è particolarmente bello, ma di difficile manutenzione e piuttosto fragile. Ai vari modelli presentati sopra unirai delle sedie abbinate, in numero variabile a seconda delle tue esigenze; è sempre consigliabile non cambiare né modello né materiale, per assicurare una continuità stilistica al tuo angolo per mangiare.

– Salotti. Una zona che non può mancare nel tuo giardino è quella del relax, composta da divano e poltrone. I materiali più utilizzati sono ancora una volta il legno trattato antiumidità oppure la resina effetto polirattan. In questo caso, però, dovrai considerare anche la presenza dei cuscini da esterno, confezionati con materiali impermeabili, che possono rimanere all’aperto in caso di pioggia (anche se è sempre preferibile riporli al coperto). Sarà il tuo gusto personale a guidarti nella scelta dei tessuti, che potranno essere monocromatici (il bianco e l’avorio rimangono i colori più gettonati), oppure a fantasia (floreali, a righe, geometrici). Alcuni modelli sono formati da sedute con cuscini incorporati, esteticamente meno gradevoli, ma più economici. Per quanto riguarda le forme, potrai scegliere tra le classiche poltrone rettangolari, a quelle più moderne con strutture “tipo uovo”, oppure che si richiamano a modelli retrò, con o senza braccioli.

– Dondoli. Se disponi di uno spazio sufficientemente ampio, il dondolo rappresenta un arredo d’elezione per il tuo giardino, sia per il suo aspetto estetico, sia per la comodità. La struttura portante si presenta sempre in acciaio verniciato, spesso bianco, e deve essere ancorata al suolo per una massima sicurezza. La seduta (generalmente per tre persone, sui 170-180 cm), è in poliestere, molto robusta, ed è ricoperta dai cuscini. Il tutto è completato da un tettuccio in stoffa impermeabile, lo stesso materiale utilizzato per i cuscini.

– Gazebo. Il gazebo da giardino negli ultimi tempi, ha spesso sostituito il classico ombrellone sia per la sua sicurezza di collocazione ancorata al terreno, sia per le sue grandi dimensioni che permettono di usufruire di un’ampia zona ombreggiata. La struttura base è in acciaio verniciato e generalmente ha una forma rettangolare, di varie dimensioni. È dotata di una copertura superiore “a tetto” e di tende laterali facoltative. Puoi scegliere i tessuti del gazebo tenendo conto di quelli che ricoprono i cuscini dei divani. Spesso è consigliabile optare per colori chiari, come il bianco o il beige, che respingono i raggi solari e di conseguenza il calore. I costi sono variabili a seconda del modello e delle dimensioni, ma è meglio rivolgersi a una fascia medio- alta di prezzi, per garantirsi la necessaria sicurezza d’utilizzo.

– Ombrelloni. La tua scelta si orienterà verso gli ombrelloni qualora tu preferisca non occupare troppo spazio con un gazebo, pur garantendoti una zona d’ombra, eventualmente spostabile, anche se di minori dimensioni. Tra i modelli più utilizzati ci sono quelli rettangolari, con dimensioni standard di 2 metri x 3 metri, che assicurano una zona ombreggiata abbastanza ampia e soprattutto possono essere collocati sopra ai tavoli. Se opterai per una copertura di colore chiaro, molto utile per respingere le radiazioni solari, ricorda che facilmente si sporcherà, in particolare se posta nelle vicinanze di alberi o vegetazione in genere. Assicurati quindi che sia asportabile con facilità, per poterla lavare spesso. In alternativa potrai scegliere una copertura più scura (ne esistono di verdi, marroni, grigie ed anche nere), che non richiede lavaggio, ma solo spazzolatura.

Sono disponibili anche ombrelloni rotondi, dalle dimensioni variabili, ma che comunque offrono una minore area d’ombra. Il sostegno può essere in legno trattato, molto bello esteticamente, ma anche in acciaio dipinto; da sconsigliare la tipologia in plastica, decisamente poco robusta. Potrai selezionare tra pali portanti centrali oppure decentrati, a seconda delle tue esigenze di spazio. Assicurati che la base, qualsiasi sia il modello scelto, sia assolutamente stabile e ti garantisca un solido ancoraggio al terreno.

– Armadi da esterno. Se lo spazio te lo consente, puoi utilizzare anche armadi da esterno, in legno trattato antiumidità, che potrai abbinare per materiale e per colore con gli altri arredi del tuo giardino. Sono contenitori di varie dimensioni, sempre molto utili per riporre attrezzi di uso frequente.

– Fioriere. Se ami circondarti di colori e di vegetazione, non potrai dimenticare l’acquisto di vasi e di fioriere, che verranno riempite di piante ornamentali. I materiali costitutivi variano dal classico cotto, alla resina finto cotto oppure bianca o verde, al legno trattato, molto gradevole dal punto di vista estetico, ed abbinabile ad eventuali grigliati o spalliere per la crescita di rampicanti. Le forme rettangolari sono da preferire a quelle rotonde, in quanto più facilmente collocabili ed adattabili alle differenti zone del giardino.

– Illuminazione. Un aspetto importantissimo da prendere in considerazione è quello dell’illuminazione del tuo giardino, sia per motivi estetici che di sicurezza. Se disponi di collegamenti elettrici sotto terra, potrai utilizzare dei lampioni classici, altrimenti, se non vuoi metter in preventivo ingenti spese per creare tali allacciamenti, puoi rivolgerti ai lampioni a luce solare, assolutamente ecologici, dotati di sensori che ne permettono l’accensione al crepuscolo e lo spegnimento all’alba.