I robot-aspirapolvere fanno tutto da soli? Il Corriere ne testa uno

Pubblicato il 18 Marzo 2010 13:24 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2010 16:34

Un Robot capace di sostituirti nelle faccende domestiche. Un sogno per milioni di casalinghe. Ma funziona davvero? Il Corriere della Sera ha testato personalmente uno dei modelli più commercializzati della Samsung l’S9630 A1.

Il risultato è che il robot aspirapolvere pulisce veramente, sostituendosi completamente alla mano umana. A patto che non ci siano cose sparse per casa e per terra. Insomma pulisce, ma non sposta . Altro handicap sono i tappeti con le frange lunghe a cui rimane impigliato. Per evitare che giochi di bambini o altro blocchino il lavoro del “super-robot” bisogna prima di tutto liberare il pavimento e poi metterlo all’opera e soprattutto mettere al riparo i gatti che impazziscono al suo rumore, anche se il Corriere conferma «sia contenuto».

«La vaschetta è piccola (giocoforza) e va svuotata con una certa frequenza. E il filtro va lavato, ogni tanto» si legge nell’articolo, niente a confronto dei «risparmi di tempo che un aggeggio del genere permette». E poi arriva bene negli angoli e non intacca i mobili antichi grazie a sensori precisi e al rivestimento di gomma morbida.  Tutto per l’esigua somma di 499 euro, in rete si trova tranquillamente a un centinaio di euro in meno.

Il Corriere ha calcolato il risparmio di tempo ed energia con un aggeggio del genere: «Se lo fate andare 3 volte a settimana, contando 15 minuti di pulizia a “sessione”, fa 45 minuti risparmiati ogni 7 giorni. Il totale in un anno calcolatelo voi, però non è poca cosa».