Inghilterra, 25 sterline di biglietto per assistere alla messa del Papa

Pubblicato il 30 luglio 2010 11:34 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2010 11:34

Papa Benedetto XVI

Una notizia infiamma gli animi degli inglesi in crisi (economica, si intende) e geneticamente laici: per la visita di Stato che Papa Benedetto XVI compirà tra il 16 e il 19 settmebre in Scozia, Inghilterra e Galles, chi vorrà godere delle due messe organizzate dovrà pagare un biglietto.

I prezzi dei due “eventi” variano dalle 10 sterline  necessarie per assistere alla veglia di preghiera a Hyde Park il 18 settembre, alle 25 per essere presenti alla cerimonia di beatificazione del cardinale John Henry Newman, a Birmingham il giorno succfessivo.

Padre Lombardi, il direttore della stampa vaticana, ha subito spiegato che non si tratta solo di un contributo all’organizzazione degli eventi: “Comunque chi non potrà permetterselo potrà non pagare”, dice il Vaticano.

D’altra parte il programma delle serate è sicuramente ricco: il 18, oltre alla messa, ci saranno un concerto e spettacoli di danza e teatro, con l’esibizione di gruppi cattolici di Inghilterra, Scozia e Galles. Una soirée che toccherà l’apice con il concerto del trio di sacerdoti irlandesi “The priests”. Un programma di quattro ore che precederà la messa del pontefice, che rimarrà alla veglia per un’ora e mezza, fino a poco prima delle 20.

Più dolente il tasto della beatificazione del cardinale Newman. Qui il biglietto è assai più caro, e necessario per assistere alla cerimonia che farà il primo santo inglese in 500 anni.

Fa discutere anche la natura del futuro santo: teologo e filosofo vissuto nell’Ottocento, il cardinale è ben conosciuto anche negli Stati Uniti per il suo percorso di conversione dall’anglicanesimo al cattolicesimo. Qualche anno fa la notizia che aveva chiesto di essere sepolto assieme al suo più stretto collaboratore, padre Ambrose St. John, fece esultare i gay inglesi, chesostengono che fra il cardinale e i padre c’era stato un rapporto, e l’hanno così eletto loro precursore della loro comunità.

La Chiesa ha accettato il richiamo della comunità omosessuale, sostenendo che quella sepoltura è solo un segtno di amicizia. Nessun intoppo, duneu, per la strada verso la santificazione.