Istat. Continuano ad aumentare in Italia separazioni e divorzi

Pubblicato il 22 luglio 2010 12:25 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2010 13:42

Ancora in crescita il numero delle separazioni e dei divorzi nel nostro Paese: in un anno (nel 2008 sul 2007) sono aumentati rispettivamente del 3,4% e del 7,3%. Entrambi i fenomeni – rileva l’Istat – sono ”in continua crescita: dal 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni mille matrimoni, nel 2008 si arriva a 286 separazioni e 179 divorzi”. La durata media del matrimonio, al momento della separazione, e’ di 15 anni mentre per i divorzi di 18 anni.

Secondo la rilevazione dell’Istat presso le cancellerie dei 165 tribunali civili, nel 2008 le separazioni sono state 84.165 e i divorzi 54.351. L’eta’ media alla separazione (via via e’ aumentata negli anni anche a causa della posticipazione delle nozze) e’ di 45 anni per i mariti e di 41 per le mogli; in caso di divorzio raggiungono rispettivamente 46 e 43 anni. A livello regionale si va da un valore minimo di 186,3 separazioni per mille matrimoni che caratterizza il sud ad un massimo osservato nel nord-ovest con 363,3.

Di solito il procedimento scelto dai coniugi e’ quello consensuale: l’86,3% delle separazioni nel 2008 e il 77,3% dei divorzi. Nel 70,8% delle separazioni e nel 62,4% dei divorzi si e’ trattato di coppie con figli; nel 78,8% dei casi si e’ fatto ricorso all’affido condiviso e solo nel 19,1% dei casi i figli sono stati affidati esclusivamente alla madre. Rispetto al 1995 le separazioni sono praticamente raddoppiate (+101%) e i divorzi sono aumentati di oltre una volta e mezza (+61%). L’aumento delle separazioni riguarda anche le coppie miste ma con ritmi ridotti. L’apice si e’ toccato nel 2005 quando erano state 7.536 contro le 4.266 del 2000, con un incremento quindi del 76,7%.