Januhairy: anno nuovo, depilazione addio. Un mese senza rasoio né ceretta

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Gennaio 2020 11:26 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2020 11:26
Januhairy, anno nuovo depilazione addio: un mese senza rasoio né ceretta

Una ragazza che ha aderito Januhairy (Instagram)

ROMA – Anno nuovo, peli nuovi e addio ceretta. E’ arrivato Januhairy, come è stato ribattezzato questo mese di gennaio libero dalla depilazione.

Durante tutto questo mese saranno moltissime le donne di tutto il mondo che parteciperanno all’iniziativa creata nel 2018 dalla studentessa britannica Laura Jackson, 22 anni: niente ceretta né rasoio per gambe, ascelle e inguine. Un modo per sensibilizzare sull’accettazione del proprio corpo, ma anche per far bene al pianeta. 

Chi vi aderirà, infatti, dovrà anche donare fondi alla associazione americana per il rimboschimento e la tutela della natura TreeSisters. Inoltre la scelta di mettere da parte i rasoi in plastica contribuisce ad inquinare meno l’ambiente. 

L’esperimento era stato lanciato inizialmente su Instagram e ha avuto subito moltissime adesioni. “Fai crescere i tuoi peli per ripulire l’aria” è il claim scelto da TreeSister per sostenere la campagna, con tanto di citazione di Greta Thunberg, che viene ricordata con queste parole: “Viviamo l’inizio di una estinzione di massa e il nostro clima si rompendo ma possiamo ancora ripararlo, tu puoi ancora ripararlo”.

E sui social sono molte le foto di ragazze e donne che hanno aderito all’iniziative e mostrano senza alcun timore i propri peli con l’hashtag #januhairy. (Fonte: Instagram)