Lavoro dopo la pensione: più imprese individuali in mano agli over 70

Pubblicato il 15 Aprile 2012 12:35 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2012 8:12

ROMA, 15 APR – Le imprese individuali sembrano un “affare da vecchi”. Secondo Infocamere, infatti,  sono sempre più in mano agli over 70, mentre diminuiscono le imprese in mano agli imprenditori piu’ giovani, con un calo che aumenta al diminuire dell’età. Facile, quindi, individuare una tendenza: quella delle persone che, andate in pensione, provano ad aprirsi una piccola attività.

Fra dicembre 2006 e dicembre 2011 le imprese individuali con titolare fra i 50 e i 69 anni sono diminuite dello 0,1%, quelle in mano a imprenditori fra i 30 e i 49 anni sono diminuite del 5,1% e quelle in mano agli under 30 (fra 18 e 29 anni) sono calate del 14,0%. I settantenni e over settanta alla guida di un’azienda sono invece aumentati dello 0,7%. In numeri assoluti, negli ultimi 5 anni l’Italia ha 2000 imprese in piu’ con titolare over 70 e 38mila imprese in meno con titolare ”under 30”.

Questi, in sintesi, l’elemento più significativo che emerge dall’analisi sull’andamento dei titolari di imprese individuali nel corso del quinquennio 2006-2011, in base ai dati elaborati da InfoCamere.

La tendenza ad imprese con titolari senior si conferma anche prendendo in considerazione l’universo delle imprese con a capo un immigrato. Nel periodo considerato, infatti, sebbene i titolari di imprese individuali con titolare nato al di fuori dell’Unione Europea siano aumentati di un quarto (58.154 in più, pari ad una crescita complessiva del 25,6%), i titolari junior sono aumentati solo del 2,1% e vedono pertanto scendere la loro rilevanza sul totale di quasi tre punti percentuali, passando dal 15,6% del 2006 all’attuale 12,7.