Nati il 29 febbraio: un buon non compleanno. Ma quando compiono gli anni?

di Caterina Galloni
Pubblicato il 1 Marzo 2019 13:29 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2019 13:29
Nati il 29 febbraio: un buon non compleanno. Ma quando compiono gli anni?

Nati il 29 febbraio: un buon non compleanno. Ma quando compiono gli anni? (Nella foto il cappellaio matto e il leprotto bisestile mentre cantano “Un buon non compleanno”)

ROMA – Festeggiare il compleanno il 29 febbraio ricorda un po’ la Coppa del Mondo che si disputa ogni 4 anni. Chi è nato in un anno bisestile ha dei vantaggi poiché può comunque scegliere tra due date: il 28 febbraio o il 1° marzo ma al contempo può far sentire destabilizzati. Qualche problema burocratico non manca, per questo i nati il 29 febbraio ricevono una carta d’identità che ha validità di 14 anni, anziché 10 anni e inoltre Facebook non contempla la data tra quelle da inserire come compleanno al momento dell’iscrizione. 

Nascere il 29 febbraio non è da tutti ma spesso non si conosce il perché dell’anno bisestile: un anno solare in cui avviene la periodica intercalazione di un giorno aggiuntivo nell’anno stesso, un accorgimento utilizzato in quasi tutti i calendari solari (giuliano e gregoriano) per evitare lo slittamento delle stagioni: ogni 4 anni accumulerebbero un giorno in più di ritardo. Per correggere questo slittamento, agli anni “normali” di 365 giorni (ogni 4 anni) si intercalano gli anni “bisestili” di 366: il giorno in più viene inserito nel mese di febbraio, il più corto dell’anno, che negli anni bisestili arriva a contare 29 giorni anziché 28. 

Ma in quale data festeggia il compleanno chi è nato il 29? Secondo la Honor Society of Leap Year Day Babies, un club aperto a tutte le persone nate il 29 febbraio presente anche su Facebook, la scelta tra il 28 febbraio e il 1° marzo è 50-50.

Soprattutto i bambini, per cui è importante festeggiare il compleanno e spegnere le candeline, fanno delle domande ai genitori ed è difficile almeno fino a una certa età, spiegare la complicata situazione del “non compleanno”. La probabilità di nascere il 29 febbraio è di una su 1.460 e nei paesi anglofoni i bambini nati in questo giorno si chiamano “leapers” o “leaplings”, la data è definita infatti leap-day, “giorno del salto”.

Personaggi celebri: il compositore Gioachino Rossini, l’attore statunitense Dennis Farina, l’artista Balthus, Papa Paolo III, il life coach americano Anthony Robbins, motivatore di tanti leader, ultimo in ordine di tempo Donald Trump.