Olio CBD per per dormire. Effetti benefici e rilassanti del Cannabidiolo per combattere l’insonnia

Redazione
Pubblicato il 10 Gennaio 2022 11:11 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2022 11:15

Negli ultimi anni la medicina alternativa, l’omeopatia e a fitoterapia stanno riscoprendo nel CBD un potenziale benefico per il trattamento di diversi disturbi. Le recenti ricerche e prove di laboratorio hanno mostrato come l’uso regolare di olio CBD e concentrati di cannabidiolo possono migliorare il sonno e il riposo notturno. Ecco cosa devi sapere sull’uso del CBD per dormire.

Cos’è il CBD

Il cannabidiolo, CBD , è uno dei principali cannabinoidi nella pianta di cannabis. I cannabinoidi interagiscono con il tuo sistema endocannabinoide, il responsabile dello uno stato di equilibrio del nostro corpo, o omeostasi.

Tra i cannabinoidi della pianta di cannabis, il CBD è il composto non è psicoattivo, ovvero non da la sensazione di “sballo” tipica del THC o Tetracanabidiolo.

Le sue proprietà e gli effetti positivi dell’Olio CBD, in ambito medico, hanno dimostrato efficacia nel:

– ridurre le convulsioni nelle persone che soffrono di epilessia

– offrire sollievo dal dolore cronico da spasmi muscolari, articolari e cefalee.

CBD per dormire: ecco cosa è emerso dai test di laboratorio

Prima di approfondire il discorso sul CBD e suoi effetti benefici sul sonno, cerchiamo di capire quali sono le cause che disturbano il nostro riposo notturno.

Secondo studi condotti dall’Istituto Di Sanità degli Stati Uniti.  Il termine “insonnia” fa riferimento a quel disturbo che viene riconosciuto come: (1) difficoltà ad addormentarsi, rimanere addormentati. Questo disturbo, che si presenta almeno 3 volte in una settimana, si verifica nonostante ci si trovi in condizioni ottimali per riposare.

Le cause principali dell’insonnia possono essere: ansia, disturbo da stress post-traumatico ( PTSD ), depressione, uso di farmaci che compromettono il ciclo sonno-veglia, dolore cronico, sindrome delle gambe senza riposo, caffeina.

Se l’ insonnia è legata a fattori esterni, allora puoi contare sui benefici di un concentrato naturale e sicuro per eliminare le cause del cattivo riposo notturno. Infatti, il CBD per dormire si è dimostrato un rimedio naturale ed efficace nella maggioranza dei casi.

A suggerirlo sono le attuali ricerche che si sono concentrate sull’uso di CBD per combattere l’ansia, una delle cause principali dell’insonnia.

Alcuni studiosi americani, nel 2019 hanno esaminato se il CBD per dormire fosse realmente un trattamento efficace e senza effetti collaterali. I test si proponevano di dimostrare se il cannabidiolo potesse migliorare il sonno e ridurre l’ansia.

Nello studio furono coinvolte 72 soggetti, di cui 47 ansiosi e 25 sofferenti per lo scarso riposo. Ai soggetti vennero somministrati, regolarmente 25 milligrammi (mg) di CBD sotto forma di olio e concentrati. I risultati del test dopo primo mese, dimostrarono che il 79,2% dei pazienti aveva ridotto i livelli di ansia e il 66,7% aveva migliorato la sua condizione di riposo notturno.

CBD per dormire: L’efficacia del Cannabidiolo se l’insonnia è causata da dolore cronico

Anche il dolore può rappresentare una causa d’insonnia, anche in questo caso il CBD può essere un rimedio efficace per dormire.

Uno studio del 2018, pubblicato in Frontiers in Pharmacology ha notato che vi sono numerose dimostrazioni sull’efficacia del CBD come coadiuvante del dolore. Gli autori dell’articolo hanno osservato personalmente che riducendo il dolore cronico, il CBD può migliorare il sonno.

Il CBD influisce direttamente sul ciclo del sonno. A dimostrarlo una ricerca del 2014, in cui sono stati presi in esame quattro pazienti con malattia di Parkinson. I risultati hanno dimostrato che il CBD si è dimostrato efficace per alleviare i sintomi del disturbo del comportamento del sonno REM (RBD).

L’efficacia del trattamento a base di olio di CBD per dormire è dimostrato anche nei seguenti casi:

  • Eccessiva sonnolenza diurna
  • Stordimento

Come usare il CBD per dormire

Esistono diversi modi per assumere CBD, questo perché il cannabidiolo è disponibile in diverse forme, tra cui:

  • concentrati per evaporazioni
  • oli, cristalli e concentrati
  • pillole e capsule

Come assumere CBD per combattere i disturbi del sonno?

In genere, il metodo più utilizzato per assumere CBD è l’uso topico di olio CBD. Il dosaggio di CBD e i tempi di assunzione variano da caso a caso, a seconda delle cause dell’insonnia.

La maggior parte degli studi clinici sull’efficacia del CBD per dormire hanno utilizzato un dosaggio tra 25 mg e 1.500 mg di Cannabidiolo, al giorno. Se soffri di disturbi del sonno, prima di assumere CBD, parlane al tuo medico curante e inizia un trattamento a basso dosaggio, per poi aumentare gradualmente fino a trovare la dose giusta per alleviare il tuo disturbo.

Gli studi del 2019, citati prima, hanno rilevato che occorre circa un mese prima di notare una differenza. Quindi, non attendere risultati immediati ma sii paziente.