Per “l’effetto Obama” gli Stati Uniti sono la nazione preferita dai turisti

Pubblicato il 19 Ottobre 2009 20:09 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2009 20:42

L’effetto Obama premia gli Stati Uniti anche sotto il profilo turistico. Lo dice il Nation Brand Index, la classifica dei brand-Paese più amati e odiati al mondo, commentata dagli operatori al Ttg in corso alla Fiera di Rimini.

L’edizione 2009 dell’Index presenta novità sostanziali in cima alla classifica. Gli Stati Uniti conquistano il primo posto guadagnando ben sei posizioni rispetto al 2008: un risultato, è stato sottolineato dall’esperto di Nation e City Branding Simon Anholt, che premia l’elezione di Barack Obama alla presidenza. La Germania perde invece due posizioni attestandosi al terzo posto, mentre la Francia si conferma seconda. Posizione stabile anche per l’Italia, che si conferma al sesto posto dopo Regno Unito e Giappone.

Per l’Italia, il risultato conferma i suoi punti di forza: la cultura e la cordialità delle persone. Ma anche le debolezze sul fronte dell’economia, della politica e dell’istruzione. Elaborato su un campione di 20mila persone intervistate in venti paesi, il Nation Brand Index sottolinea il forte appeal che ancora l’Italia vanta sul resto del mondo. L’Iran si classifica all’ultimo posto in quasi tutte le graduatorie che compongono l’Index.