Pizza più cara a Milano. Ma 4 pizzaioli su 10 non qualificati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2015 10:19 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 10:20
Pizza più cara a Milano. E 4 pizzaioli su 10 non qualificati

Una pizza

ROMA – Tra le 25mila pizzerie sparse in tutta Italia e gli altrettanti punti take away, la pizza più cara si paga a Milano, in media 10,09 euro, mentre quella più economica a Napoli, laddove è nata la pizza della Regina Margherita e il prezzo si aggira intorno ai 6,91 euro.

Tra i due estremi abbiamo Roma (9,17 euro), Torino (9,08) e Palermo (7,53). La classifica dell’Osservatorio prezzi Fipe-Confcommercio, che tiene conto di molte variabili (tra cui la tariffa applicata sul coperto e il costo imposto dalle materie prime), riguarda il menu basico, cioè pizza più bibita.

La Confagricoltura ha calcolato che si vendono 5 milioni di pizze ogni giorno, 56 milioni alla settimana, per un totale di 1,6 miliardi di pizze all’anno. C’è però una statistica che non fa onore alla cucina nostrana: 4 pizzaioli su 10 non sarebbero qualificati. Non che i ristoratori italiani rinuncino in partenza a cercare cuochi muniti di attestato di idoneità, ma pare che almeno una volta su 5 i candidati non superino il “test d’ammissione”.