"Rap e R&B inducono giovani al consumo precoce di alcol"

Pubblicato il 20 ottobre 2011 14:08 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 14:46

ROMA – Parlano di degrado, ingiustizie, differenze sociali ma anche di una vita, per chi arriva al successo, fatta di lusso, sesso disinibito e alcol. Sono i contenuti delle canzoni Rap e R&B analizzate da un gruppo di ricercatori che ha lanciato un'allerta: quando sono considerati modelli di successo, i cantanti e quindi i testi delle loro canzoni potrebbero indurre i giovani a consumare alcol precocemente.

Per gli studiosi dell'universita' di Pittsburgh, in Pennsylvania che, tra il 2005 e il 2007, hanno ascoltato ben 793 delle canzoni piu' popolari all'epoca tra i giovani, la sovraesposizione e' assicurata dal fatto che ogni giovane ascolta, in media, due ore e mezza di musica al giorno e una canzone su quattro parla di alcol, citandone le marche.

La connotazione degli alcolici nei testi dei brani e' soprattutto positiva, stando allo studio pubblicato su Addiction: per il 63,4% dei casi era associato con la ricchezza, per il 58,5% con il sesso, per il 51,2% con oggetti di lusso, per il 48,8% con feste e per il 39% con macchine.

Da qui il richiamo dei ricercatori, convinti che l'esposizione frequente dei giovani ai riferimenti delle marche di alcolici nella musica pop possa costituire una forma di pubblicita' e potrebbe contribuire ad un consumo precoce di alcolici.