Regali di Natale, cosa non regalare a lei e a lui

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Dicembre 2015 10:55 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2015 10:55
Regali di Natale, cosa non regalare a lei e a lui

Regali di Natale, cosa non regalare a lei e a lui

ROMA – Con il Natale alle porte sale la febbre da regalo e con quella anche l’incubo di sbagliare, specie per mariti e fidanzati terrorizzati all’idea di guardare la dolce metà scartare un dono poco gradito. Lo stesso dicasi all’inverso così come per amici, fratelli, sorelle, genitori ecc. Se proprio non sapete che pesci pigliare allora è bene partire da una lista di cose che assolutamente non faranno la felicità della persona amata.

A darci una graditissima mano è il Daily Telegraph che pubblica una lista di regali grossolani che non è assolutamente il caso di fare.

PER LEI – No a intimo sexy o rimodellante, ricette dietetiche, prodotti dimagranti e qualsiasi altro regalo che sottolinei un problemino da risolvere. Sono prodotti che le donne preferiscono acquistare da sole. Se decidete di puntare su prodotti di bellezza, è bene che siano di qualità e molto costosi: no a confezioni da supermercato, con spugnette e creme da quattro soldi. E poi c’è la borsa, regalo sempreverde graditissimo, ma che rischia di svuotarvi il conto in banca: se non potete permettervene una griffata non puntate assolutamente su quella contraffatta. La borsa è uno status symbol. Meglio orientarsi su qualcosa di più piccolo, come un portafogli, ma rigorosamente firmato. No nemmeno a prodotti per la casa anche se di design, o oggetti dell’usato. State alla larga dei mercatini. No infine a gioielli insignificanti o poco audaci della serie “vorrei ma non posso”.

PER LUI – No ai classici del Natale: cravatte, mutande e pigiami. Non è cosa gradita neppure un set di forbicine e arnesi da bagno per far sparire i peli del naso e delle orecchie. Infine gli uomini non ne possono più di ricevere sciarpe, calze, felpe, maglioni, pantofole e persino gemelli che non avranno mai modo di indossare. Per farli felici basterebbero due biglietti dello stadio, un abbonamento alla pay-tv o se proprio volete rovinarvi un bell’orologio di marca.