Religioni a rischio di estinzione: entro fine secolo nessun credente in Italia

Pubblicato il 23 Marzo 2011 13:10 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2011 13:31

ROMA – Anche le religioni, come accade per le lingue, potrebbero essere in via di estinzione in alcune zone. Lo suggerisce uno studio della Northwestern University, secondo cui in nove paesi occidentali, fra cui non c’è l’Italia, entro fine secolo il numero di persone di fede potrebbe essere tendente allo zero.

I ricercatori, che hanno presentato lo studio al congresso della American Physical Society in corso a Dallas, hanno studiato i dati sul numero di persone religiose di Austria, Australia, Canada, Repubblica Ceca, Irlanda, Finlandia, Olanda, Nuova Zelanda e Svizzera degli ultimi 100 anni. Per cercare di capire il destino delle religioni ai dati storici sono state applicate le equazioni usate per studiare il declino delle lingue nelle popolazioni, con il risultato che entro fine secolo tutti i paesi studiati avranno una maggioranza schiacciante di non credenti.

“In molte democrazie occidentali c’è già una forte tendenza a non essere religiosi – spiega Richard Wiener, uno degli autori – ad esempio in Olanda sono già il 40%, e in Repubblica Ceca il 60. L’idea alla base dello studio è abbastanza semplice e prevede che i gruppi sociali più numerosi divengano sempre più attrattivi per gli esterni. Un po’ quello che succede per alcuni social network che attirano persone più di altri”.