Smartphone: i cinesi puntano sulla quantità ma Samsung vince sulla qualità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 maggio 2018 13:54 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2018 14:32

samsungRoma – Smartphone sempre più innovativi per Samsung, mentre Huawei vanta un primato fatto solo di pezzi venduti.

La cinese Huawei è diventata leader degli smartphone in Italia superando per la prima volta la coreana Samsung per numero di telefoni venduti ma in realtà il risultato è frutto dell’accorpamento dei dati di vendita di due marchi della stessa casa madre. Lo certificano i dati Gfk, che il Corriere della Sera ha divulgato in esclusiva.

Ad aprile 2018 – riporta il quotidiano-  il gruppo Huawei ha conquistato il 33,7% del totale venduto, contro il 33,5% di Samsung. Dietro due contendenti orientali c’è Apple con il 12,6%. Più staccati gli altri marchi, con la francese Wiko quarta (5,0%) davanti all’altra coreana Lg (4,1%). Secondo Gfk, il mercato italiano degli smartphone complessivamente si va raffreddando, con un calo dell’1,4% negli ultimi 12 mesi rispetto ai 12 mesi precedenti.

Il sorpasso sui rivali avviene, però, come accennato e come riportato dal Corriere solo:

sommando i due marchi della galassia Huawei, con il brand primario al 30,8% e Honor al 2,9%. Samsung rimane dunque prima tenendo conto dei singoli marchi. Il colosso coreano resta inoltre leader con ampio margine sul dato aggregato degli ultimi 12 mesi: 34,1% contro 28% di Huawei (26,2% più 1,8% di Honor).

Inoltre le strategie dei due colossi della telefonia si differenziano, dunque la leadership di Samsung appare confermata sul mercato italiano, nonostante una strategia commerciale che punta più su prodotti premium rispetto ai modelli più economici su cui tantissimo punta, e ha puntato, l’azienda cinese. Samsung garantisce, inoltre, la massima sicurezza grazie alla tecnologia Knox – stessa cosa non si può di certo dire per Huawei, addirittura boicottata dall’intelligence americana per ragioni di sicurezza e spionaggio – e punta su l’AI, aprendo anche nuovi stabilimenti di ricerca.

Diventare leader nel campo dell’Intelligenza Artificiale, è l’ambizione di Samsung che, attraverso la sua divisione di Ricerca e Sviluppo SamsungResearch, ha istituito tre nuovi centri per l’Intelligenza Artificiale a Cambridge, Toronto e Mosca, in cui verranno impiegati 1.000 ricercatori.