Seconda casa in montagna, consigli per un investimento oculato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2018 8:40 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2018 8:40

ROMA – La seconda casa in montagna è, innanzitutto, l’idea di regalarsi un luogo del cuore dove concedersi un po’ di relax. Svago a parte, però, rappresenta anche una buona idea di investimento e le statistiche più recenti lo confermano. Dal 2008 al 2016 infatti, i prezzi di questo tipo immobili sono calati di circa il 30%. Come ogni investimento, quindi, si tratta di una decisione da valutare con attenzione. C’è da tener conto del budget disponibile e delle sue principali variabili di costo: dove comprare e come arredare. È da qui che bisogna partire per non trasformare un sogno in un incubo.

SECONDA CASA IN MONTAGNA, DOVE COMPRARE.

Scegliere la località giusta significa prendere in considerazione diversi parametri: in primis, la distanza dalla prima casa. Più aumentano i chilometri, più aumentano le spese per lo spostamento. Altro aspetto fondamentale è la raggiungibilità con mezzi di trasporto pubblico. Arrivarci in treno o in bus fa la differenza per persone anziane, ma anche per chi non ama molto guidare. Terzo fattore da considerare è la prossimità a stazioni sciistiche attrezzate e la “vivacità” nel periodo estivo.

L’insieme di questi fattori porta ad individuare quattro regioni. Trentino Alto Adige, Val d’Aosta e Piemonte per quel che riguarda l’Italia settentrionale e Abruzzo per il centro sud. È qui che conviene indirizzarsi, magari puntando su località ancora poco gettonate, ma ugualmente attraenti.

SECONDA CASA IN MONTAGNA, COME ARREDARLA.

Arredare casa in montagna ha un punto di partenza preciso, la predilezione per materiali naturali. Il legno, ovviamente, ma anche la pietra, la pelle ed elementi in ceramica. In fatto di mobili, soluzioni d’arredamento pratiche e complete si possono trovare sul sito di Mondo Convenienza. La cucina Stella, nella sua versione color pino chiaro che esalta la luce naturale e la camera da letto Donatella consentono di rendere confortevoli i principali ambienti. Sono sufficienti meno di € 3000 per ritrovarsi l’appartamento pronto per una vacanza.

mondo-connvenienza-casa-montagana

Poter contare su più fonti di illuminazione è un altro elemento importante. A parità di finestre e balconi, diventano determinanti gli infissi. Le proposte Finstral rappresentano un buon punto di riferimento, anche dal punto di vista della razionalizzazione dei consumi. Importante, poi, il ruolo di stampe e quadri: daranno ancora di più l’idea di staccare dal tran tran quotidiano. Anche in questo caso sono preferibili temi naturali: la categoria Quadri di Montagna di Amazon consente un’ampia possibilità di scelta.

È bene, infine, ricordarsi dell’estate: conviene dotarsi di due diversi set di accessori, da alternare quando cambia la stagione. Tovaglie, lenzuola e federe dai colori tenui si abbinano meglio al verde, giallo e blu tipici delle giornate assolate. Sul sito Zucchi Bassetti ce ne sono per tutti i gusti e tutte le tasche.