Sigarette, gli italiani preferiscono quelle fai da te. Consumi raddoppiati

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2014 14:57 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2014 15:42
Sigarette, gli italiani preferiscono quelle fatte a mano. Consumi raddoppiati

Sigarette, gli italiani preferiscono quelle fatte a mano. Consumi raddoppiati

ROMA – Leggermente meno nocive, durano più a lungo e, soprattutto, costano di meno. In Italia vanno di moda le sigarette fai da te: il consumo è raddoppiato dal 9,6% del 2013 al 18% del 2014. Lo rivela un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), diffuso in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco che si celebra il 31 maggio.

Il dato è confermato anche dal contestuale aumento delle vendite di tabacco sfuso, che hanno avuto un boom di circa il 400% rispetto al 2005.

In pratica la sigaretta elettronica lascia il posto alla sigaretta fatta in casa, in particolare tra i giovanissimi. A sceglierla, secondo l’indagine condotta in collaborazione con l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, sono soprattutto i giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni (34,3%).

Ma la verità è che la sigaretta rullata contiene lo stesso tabacco delle sigarette preconfezionate: sostanze dannose come la nicotina, che è quella che provoca i danni cardio-vascolari (e le loro conseguenze) e la dipendenza, più altri 600 additivi la cui combustione provoca il cancro e altri effetti irritanti sulle vie aeree. Poco cambia quindi se si fumano sigarette o tabacco da rollare l’unico vantaggio è che il tempo e la fatica impiegati a rollarle incide sulla quantità giornaliera di sigarette.