Software per valutazione azienda: come e quando usarli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2020 12:35 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2020 12:36
Software per valutare le aziende

Software per valutazione azienda: come e quando usarli (foto ANSA)

ROMA – Per un imprenditore è fondamentale conoscere non solo lo stato attuale della propria azienda, ma anche il possibile andamento futuro, così da effettuare eventuali cambiamenti ed essere in grado di prevedere periodi di crisi correlati e non alla gestione della singola realtà.

Per altro, la valutazione dell’andamento delle aziende diverrà obbligatoria per legge a partire dal 1° settembre 2021 e il tempo che ci separa da quel momento può essere proficuamente utilizzato per adottare tempestivamente una soluzione digitale per la valutazione dell’azienda, tenendo anche conto del fatto che oggi più che mai le imprese si trovano in un periodo delicato.

L’entrata in vigore del d.lgs. n. 14/2019, che comprende il Codice della Crisi d’Impresa e dell’insolvenza, era prevista inizialmente per il 15 agosto 2020, ma la crisi economica correlata al Covid-19 ha fatto sì che venisse rimandata di oltre un anno per permettere alle imprese di risollevarsi dalla situazione di emergenza acuta.

Questo decreto prevede misure volte ad individuare per tempo le imprese che versano in una situazione di crisi economica e di insolvenza, in modo da attuare delle misure preventive volte a tutelare la situazione economica del Paese.

Chi li può utilizzare

Un software di questo genere si rivolge essenzialmente a due settori: il singolo ufficio contabile o gestionale e la società di consulenza esterna.

Di fatto oggi si possono trovare in commercio software per l’analisi aziendale che possono essere utilizzati indistintamente dalle due realtà.

Volendo, è anche possibile approfittare di software modulabili, che si possono adattare a realtà e a necessità differenti.

Come operano

Questo genere di programma è in grado di effettuare il calcolo degli indici di allerta, la valutazione del rating bancario e la misurazione degli indici di bilancio, utilizzando i dati ottenuti attraverso l’analisi della situazione contabile o del bilancio d’impresa.

Tutti questi dati possono essere in seguito accorpati in un report, producendo un documento che il consulente esterno può fornire al cliente, o che la singola impresa può utilizzare al proprio interno.

Alcuni di questi software operano in cloud, questo significa che è possibile accedere alle informazioni e ai dati ottenuti anche attraverso l’utilizzo delle credenziali da utilizzare direttamente online.

Come scegliere un software

La scelta di un software per la valutazione dell’azienda dovrebbe avvenire secondo le esigenze della singola realtà.

In linea generale, è sempre importante dotarsi di programmi facili e intuitivi da utilizzare; è pur vero, però, che il tempo in cui era necessario seguire lunghe sessioni formative prima di essere in grado di usare un software di contabilità è ormai lontano.

È importante anche che il programma scelto sia completo e consenta di effettuare un’analisi aziendale esaustiva e dettagliata.

Il report risultante deve poter essere usato come strumento di prevenzione e come linea guida lungo cui dovrebbero essere incanalate tutte le future scelte aziendali.

Questo è possibile solo con programmi completi e accurati, che offrano un rimando corretto e ampio.