Starbucks spegne il wi-fi ai clienti “scrocconi”

Pubblicato il 8 Agosto 2011 16:05 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2011 16:05

NEW YORK – Un signore entra in un negozio “armato” del suo notebook, ordina un caffè e si siede. Rimane lì, navigando in rete per quattro cinque ore, occupando un “prezioso” coperto, senza consumare altro e utilizzando la connessione internet (gratuita) del caffè.

E’ una scena che si ripete quotidianamente, secondo i gestori, nelle centinaia di negozi Starbucks degli Stati Uniti d’America. Così l’azienda sembra sul punto di tornare indietro e rimangiarsi, almeno nei negozi dove l’abitudine è più diffusa e meno tollerata, l’offerta della connessione internet gratuita per i clienti.

L’inversione di tendenza, spiega il Wall Street Journal, non è una novità assoluta. Già nel 2009 altri (piccoli) punti vendita avevano iniziato a mettere limiti e spegnere il wireless. Quanto a Starbucks la società precisa che non si tratta di una scelta aziendale ma che nulla proibisce al singolo punto vendita di orientarsi, su internet per i clienti, come meglio crede.

[gmap]