Usa: Insegnante sospesa dopo aver fatto indossare a 4 studenti la divisa del Ku Klux Klan

Pubblicato il 25 maggio 2010 19:40 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2010 19:40

I ragazzi della scuola con la divisa del Ku Klux Klan

L’insegnante di scuola superiore Catherine Ariemma è stata sospesa dal suo incarico e potrebbe perdere il posto per aver fatto indossare a quattro studenti le tuniche, i cappucci e i cappelli del famigerato Ku Klux Klan nel quadro di un progetto che abbinava la storia alla cinematografia, a quanto riferisce l’Atlanta Journal-Constitution paper.

L’insegnante ha chiesto ai quattro studenti – nessuno dei quali nero – di interpretare momenti storici per un film che poi sarebbe stato proiettato in classe.L’incidente è accaduto alla Lumpkin County High School, nei pressi di Atlanta, dove la Ariemma e il 90 per cento del corpo studentesco sono bianchi.

La vista dei ragazzi vestiti come membri del Klu Klux Klan ha impressionato vari studenti neri della scuola e alcuni genitori hanno protestato ufficialmente.

Funzionari della scuola hanno dichiarato che l’insegnante ha commesso un grave errore nel non valutare i sentimenti che avrebbe suscitato il vedere gente vestita come i membri del Ku Klux Klan aggirarsi nel campus della scuola.

Ariemma, che ha un curriculum scolastico ineccepibile, ha dichiarato al Journal-Constitution che gli studenti hanno cercato di rivivere in un filmato un periodo importante e delicato della storia degli Stati Uniti, ma ha ammesso che la maniera in cui lei ha ideato e organizzato questa recitazione è stato un grave errore di giudizio”. Ariemma ha d’altra parte rilevato che non si può discutere il fenomeno del razzismo in America senza menzionare il Ku Klux Klan.

L’organizzazione fu fondata da un gruppo di vigilanti nel subbuglio seguito alla guerra civile, con le sue radici prevalentemente nel sud degli Stati Uniti.

Il Klan si è macchiato di orrendi crimini per lunghi anni avendo per obiettivo i neri, che venivano linciati e impiccati per la minima infrazione, specialmente riguardante donne bianche, ma anche ebrei cattolici e immigrati.

Secondo il Southern Poverty Law Center, che controlla tutti i gruppi razzisti, negli ultimi decenni l’influenza derl Klan è molto diminuita, ma l’organizzazione esiste ancora e occasionalmente organizza parate in città sudiste.