Usa, New York. Affari d’oro per commercianti che vendono acqua di rubinetto

Pubblicato il 21 luglio 2012 14:12 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2012 14:12

NEW YORK, STATI UNITI – Frank Sinatra esalta New York City come ”the city that never sleeps” (la città che non dorme mai). Un famoso detto newyorchese recita ”anything to make a buck” (qualsiasi cosa pur di fare dollari). La Grande Mela è la metropoli dove se per avventura vi viene voglia di cucina mongola o cambogiana, basta guardare sulle pagine gialle o sul web.

E se a qualcuno viene in mente di produrre cassate alla siciliana (ottime) ”to make a buck”, basta fare un salto  Downtown a Little Italy. Tutto questo è più o meno noto. Quello che non lo è (o non ancora) è l’iniziativa di due commercianti dell’East Village (un tempo derelitto, ora quartiere di ricchi) che hanno pensato di mettersi a vendere acqua proveniente dai rubinetti di casa. Avete capito bene: acqua proveniente dai rubinetti di casa.

Non acqua qualsiasi, pero’, assicurano i proprietari di ‘Molecule’, il nome del nuovo negozio di acqua, bensi’ acqua filtrata attraverso un macchinario che costa 25/mila dollari. L’idea e’ venuta a Alexander Venet, un commerciante d’arte e proprietario di un ristorante, e Adam Ruhf, un ex campione di boomerang originari della California. Corollario dell’idea è stata la decisione di trasferi il negozio dell’acqua a New York. Dove altrimenti?

In barba a quanto afferma il sindaco Michael Bloomberg che si vanta da sempre della bonta’ dell’acqua newyorkese, i due imprenditori asseriscono invece che dai rubinetti della citta’ fuoriesce acqua piena di sostanze chimiche al punto da richiedere ben sette passaggi prima di creare cio’ che loro chiamano ‘H2O’ pura. E’ certamente possibile che sia pura, come affermato. Ma è una purezza che pero’ al cliente costa la non modica cifra di due dollari e 50 piu’ tasse per una bottiglia di meno di mezzo litro.

Pare che gli affari vadano bene, così l’intraprendenza dei proprietari di ‘Molecule’ non si ferma all’acqua di rubinetto filtrata. Prossimamente, i due hanno intenzione di espandere il ‘business’ dell’acqua creando una linea sportiva tutta naturale che prevede la realizzazione di un bar per ‘appassionati’ di acqua, i quali possono aggiungere nel loro bicchiere shots di vitamina A, B, C, D, E. Oppure miscugli a base di radici, erbe e frutta.

Paghereste due dollari e mezzo per meno di mezzo litro d’acqua? Certo non a Roma o a Milano, ma se viveste a New York probabilmente sì. Perchè ”nella città che non dorme mai” la nuova mania dell’acqua ultrapura è ”trendy”, anche se costa molto cara.  Ma forse proprio per questo.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other