Usa, San Francisco. Altra stretta per i fumatori, divieto in luoghi pubblici

Pubblicato il 23 luglio 2012 18:58 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2012 18:58

SAN FRANCISCO, STATI UNITI – Vivere a San Francisco, che non è esattamente dietro l’angolo ma ci si può sempre capitare, comincia a diventare, se non proprio difficile (la città è bellissima), diciamo un pò fastidioso. Il comune ha già bandito dai supermercati tutte le buste di plastica del tipo ecologico o no e gli acqusti si trasportano in bustoni di carta rinforzata, quindi facilmente riciclabili.

Allo studio del comune c’è anche un sistema per ridurre drasticamente le bottiglie d’acqua di plastica. Se la cosa passa, gli abitanti di San Francisco, una volta finita una bottiglia, saranno incoraggiati non a comprarne un’altra, ma a riempire quella vecchia con fontanelle sistemate in punti nevralgici. Dovrebbero essercene talmente tante da evitare lunghe file. Non tutti sono convinti che sia una buona idea. Si vedrà.

Ma il comune di San Francisco una ne fa e cento ne pensa per mantenere il primato di città più ecologica dell’Unione. E così arriva adesso una nuova stretta sui fumatori. L’amministrazione comunale ha in cantiere una nuova legge che di fatto proibirebbe di fumare anche in luoghi pubblici all’aperto di proprieta’ della citta’.

Addio alla sigaretta quindi (nei bar e nei ristoranti non se ne parla nemmeno) durante tutte le manifestazioni pubbliche all’aperto, dagli stadi del football ai ai mercatini di quartiere. Ma essendo San Francisco San Francisco, nello stato più pazzo d’America, la California, dal provvedimento e’ esente chi fuma marijuana per uso medico regolarmente prescritta da ricetta medica. Ricette che, si può immaginare, andranno a ruba.

Secondo la giunta comunale la proposta e’ stata avanzata dopo aver preso in considerazione gli effetti sulla salute che ha il fumo passivo anche quando si e’ in luoghi aperti. ”E’ un dato certo – ha spiegato Eric Mar, membro del Board of Supervisors e autore della proposta di legge – che il fumo passivo ogni anno causa negli Stati Uniti 73 mila decessi e non si puo’ dire che esista un livello di sicurezza all’esposizione al fumo”.

A San Francisco, cosi’ come in altre cittadine della Bay Area, esistono gia’ misure restrittive che proibiscono di fumare nelle aree all’aperto dei caffe’ e dei ristoranti oppure nei pressi degli ingressi degli edifici e delle bocche di areazione. La nuova proposta dell’amministrazione comunale metterebbe al bando il fumo durante le manifestazioni che richiedono un permesso da parte di un ufficio comunale. Gli organizzatori delle manifestazioni avranno l’obbligo di far rispettare la restrizione apponendo draconiani cartelli di ‘Divieto di Fumo’.