Studio Usa. Carriere da matrimonio e carriere da divorzio

Pubblicato il 26 settembre 2012 14:25 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2012 14:25

NEW YORK, STATI UNITI – Ci sono carriere ‘da divorzio’ e carriere da ‘matrimonio’: ossia professioni con un tasso di separazioni estremamente alto, quasi prevedibile sin dall’altare – vedi i poliziotti – ed altre che appaiono agevolare la pacifica convivenza dei coniugi per una lunga vita insieme.

Vedi in quest’ultimo caso, mestieri stabili con una routine prevedibile come quello dell’ingegnere o – per motivi ancora non chiari – i podologi. A rivelare una decisa associazione tra la carriera prescelta e le possibilita’ di riuscita dei matrimoni e’ un singolare studio della Radford University della Virginia, basato su una dettagliata e sofisticata analisi degli ultimi dati del Census Bureau Usa.

I mestieri  piu’ pericolosi per la felicita’ di coppia sono risultati: quello di poliziotti – dove la probabilita’ di divorzio e’ negli Stati Uniti addirittura all’80% – baristi,i massaggiatori,i professionisti dell’industria dell’ intrattenimento,  coreografi. Seguono: infermiere, camerieri, telemarketers, domestiche e aiutanti casalinghi.

Professioni dove i fiori d’arancio resistono con piu’ facilita’ per una vita e con l’incidenza piu’ bassa di divorzi sono invece: gli oculisti, gli ingegneri, i podologi, i pediatri e i membri di diversi tipi di clero. Negli Usa la maggior parte delle religioni – esclusa ovviamente quella cattolica – permettono infatti ai propri pastori di sposarsi. Ed i matrimoni dei prelati perlopiu’ resistono.

L’ indagine pubblicata sulla rivista delle forze di polizia americane ‘Journal of police and criminal psycvhology’, mette pero’ in luce altri fattori legati al successo o meno delle unioni santificate all’altare non direttamente correlati al lavoro. Spiega l’autore dello studio Michael Aamodt, professore alla Radford university: ”Abbiamo condotto un approfondimento allo studio sul legame tra carriera e matrimonio ed abbiamo scoperto che ad influenzare la felicita’ coniugale sono anche fattori quali il livello di educazione e di ricchezza degli sposi”.

”In sostanza – aggiunge Aadomt – gli impiegati o professionisti piu’ intelligenti, con piu’ cultura e disponibilita’ economiche divorziano meno degli altri piu’ svantaggiati”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other