Qual è il valore reale della sicurezza sul lavoro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Novembre 2020 6:21 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2020 13:25
Calabria e Campania tra le peggiori regioni in Europa per disoccupazione

Calabria e Campania tra le peggiori regioni in Europa per disoccupazione (Foto Ansa)

Le direttive europee relative alla sicurezza sul lavoro sono state accolte e integrate dal nostro Paese attraverso la predisposizione di un decreto legislativo apposito, che comprende il Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro.

In questo contenuto normativo vengono illustrati i principi più importanti per il miglioramento e la pianificazione del processo di prevenzione che deve coinvolgere tutte le parti in causa, dalle aziende ai dirigenti, dai responsabili ai dipendenti. L’obiettivo è, appunto, la tutela della salute delle persone nei luoghi di lavoro.

Sicurya: la consulenza per la sicurezza sul lavoro

Per garantire la sicurezza sul posto di lavoro il primo passo da compiere è sicuramente quello di rivolgersi a una società specializzata se si vuol essere certi di rispettare tutti gli adempimenti che la legge impone. Sicurya è, sotto questo aspetto, un eccellente punto di riferimento: si tratta di un’impresa che offre un valido e tangibile contributo per il miglioramento dei luoghi di lavoro e delle persone che sono impegnate in tali ambienti. Nel novero dei servizi che vengono messi a disposizione da Sicurya trovano posto anche le prestazioni di sorveglianza sanitaria e le assunzioni di incarichi continuativi (come il RSPP esterno).

Il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro

Il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, in sostanza, contribuisce a definire le linee guida che devono essere seguite. Inoltre, le norme segnalano tutte le misure di sicurezza che riguardano i vari rischi, correlati a particolari attività che possono presentare dei pericoli: si pensi, per esempio, alle situazioni in cui un lavoratore è esposto ad agenti biologici o cancerogeni, ma anche al contatto con agenti fisici. L’uso dei videoterminali, a sua volta, presuppone delle precauzioni ad hoc, così come la movimentazione manuale dei carichi.

Il tema della formazione

Per i lavoratori è molto importante informarsi e seguire uno specifico percorso di formazione dedicato alla sicurezza sul lavoro. Una preparazione adeguata, infatti, mette a loro disposizione tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per un apprendimento condiviso e meticoloso a proposito dei rischi che possono essere correlati agli ambienti di lavoro e alle attività di lavoro. I lavoratori che si sottopongono a un percorso di formazione adeguato sono in grado di identificare i rischi che caratterizzano le loro mansioni e riescono a valutarli in modo più attento. Così facendo, le stesse aziende hanno la possibilità di valutare e prevenire i rischi in maniera più efficace.

Perché la sicurezza sul lavoro è importante

La protezione della salute dei dipendenti per un datore di lavoro non è solo un obbligo che deve essere rispettato per non correre il rischio di incappare in una sanzione. Essa ha anche altre conseguenze: per esempio impedisce che una eventuale mancanza di personale possa compromettere la produzione di servizi o beni. Ci sono diverse imprese che mettono a disposizione servizi relativi alla sicurezza sul lavoro, per esempio tramite dei corsi di formazione periodici per i lavoratori. In questo modo si tutela sia la salute di chi lavora sia quella dell’azienda.

I vantaggi per le imprese

Come è evidente, le imprese ottengono numerosi benefici, a cominciare dal fatto che sono preservate per ciò che concerne la qualità dei prodotti o dei servizi che vengono proposti. Non è superfluo mettere in evidenza che un dipendente in salute si trova nella condizione di poter produrre beni migliori, sotto il profilo della qualità, a vantaggio dell’azienda che così non corre il pericolo di perdere clienti. Qualunque azienda che abbia intenzione di migliorarsi e di crescere, a livello qualitativo oltre che sul piano economico, non può fare a meno di prestare attenzione alla sicurezza sul lavoro.

Qualche esempio pratico

Si pensi a chi, per esempio, deve lavorare in quota: nel caso in cui non adoperi un adeguato sistema di sicurezza si ritrova in una condizione di rischio. Se, magari, tale lavoratore dovesse cadere, la prima conseguenza sarebbe il blocco del cantiere, che diventerebbe necessario per effettuare tutti gli accertamenti dovuti. Così, il lavoro verrebbe fermato e l’azienda patirebbe un danno di non poco conto. Nella peggiore delle eventualità, si potrebbe arrivare perfino a un licenziamento per inoperatività. Ma il discorso vale per qualsiasi contesto: non solo per gli operai delle imprese edili che mancano di utilizzare i necessari presidi di sicurezza.