Venerdì 13 luglio 2012: il più “sfigato” della storia. Superstiziosi avvertiti..

Pubblicato il 13 luglio 2012 8:53 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2012 9:14

venerdì 13ROMA  – I superstiziosi sono avvertiti: non solo è venerdì 13, considerato dagli occidentali, soprattutto anglosassoni, il giorno sfortunato per eccellenza, ma questo venerdì 13 luglio 2012 è quello più sfigato di tutti i tempi. Quest’anno infatti si sono succeduti tre venerdì 13 (13 gennaio, 13 aprile, 13 luglio), il massimo che possa capitare in un anno e come se non bastasse ognuno di questi giorni è distante dall’altro ben 13 settimane.

Un vero e proprio delirio soprattutto per quanti sono affetti da ” triskaidecafobia”, la fobia del venerdì 13, che viene addirittura curata in uno specifico centro terapeutico a Pocopson, Pennsylvania, non distantissimo da Philadelphia. In molti ne soffrono e ne hanno sofferto: moltissimi non mangiano a tavola se ci sono 13 commensali, convinti che come nell’ultima cena di Gesù, qualcuno morirà entro l’anno; la maggior parte dei ristoranti e degli alberghi anglosassoni non hanno il tavolo o la stanza numero 13, dal 12 si passa al 12bis; molti grattacieli non hanno il 13esimo piano.

Poi ci sono i superstizioni “famosi”: il presidente Franklin Delano Roosvelt si rifiutava di prendere treni o viaggiare di venerdì 13. La regina Elisabetta negli anni’60 dovendo far visita a Duisburg, nell’ex Germania dell’Est, fece chiedere dal suo addetto al cerimoniale di cambiare il numero del binario d’arrivo del treno: lo fece trasformare dal 13 al 12.