Venezia/ Ecco i cinque luoghi con più batteri al mondo. C’è anche piazza San Marco

Pubblicato il 23 Luglio 2009 11:57 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 12:01

«Un covo di piccioni dall’intestino iperattivo». Così viene descritta la celebre piazza San Marco di Venezia dagli autori di TripAdvisor, noto sito americano di consiglio ai viaggiatori che ha stilato una lista delle cinque attrazioni turistiche con maggiore densità batterica al mondo in cui figura, suo malgrado, proprio piazza San Marco.

Unica magra consolazione è la posizione: alla piazza veneziana va il quarto posto. A spodestarla ci hanno pensato nell’ordine la celebre Blarney Stone in Irlanda, baciata ogni anno da quasi mezzo milione di visitatori, il «muro delle gomme» di Seattle – una distesa colorata di chewingum stratificati dal 1993 ad oggi – e la tomba di Oscar Wilde a Parigi con le sue tracce di rossetto. In quinta posizione, dopo piazza San Marco, le impronte del Grauman’s Chinese Theatre di Hollywood, luogo d’incontro di mani e piedi da tutto il mondo.

Nonostante l’allarme per l’influenza suina, però, questi luoghi continuino ad essere altamente frequentati. Per i turisti, il suggerimento è quello di munirsi di litri di «hand sanitizer», i flaconcini di antibatterico che iniziano a diffondersi anche in Italia, e di lavarsi le mani (e anche i piedi) più volte possibile.

Per quanto riguarda l’Irlanda e Parigi, si consiglia di rimanere a guardare, invece di prodigarsi in baci e abbracci.

E per piazza San Marco quale può essere la soluzione? Forse un semplice ombrello, per prevenire eventuali spiacevoli «regali dal cielo».