Emanuela Orlandi presa in ostaggio, vittima di un incidente o caduta in un giro di orge?

Pubblicato il 7 settembre 2012 14:20 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2012 14:49

E’ uno dei fatti di cronaca italiani più misteriosi. Emanuela Orlandi, scomparsa a Roma il 22 giugno del 1983 a soli 15 anni, era figlia di un commesso della prefettura della Casa Pontificia.

Nel corso degli anni la sua scomparsa fu legati ai casi più oscuri della storia d’Italia: lo scandalo IOR, l’attentato a Giovanni Paolo II e anche con la Banda della Magliana

Il 22 maggio, in un’intervista concessa a La Stampa, padre Gabriele Amorth, esorcista della diocesi di Roma, ha dichiarato: “Ho motivo di credere che si sia trattato di un caso di sfruttamento sessuale, con conseguente omicidio poco dopo la scomparsa e di occultamento del cadavere; Come dichiarato anche da monsignor Simeone Duca, archivista vaticano, venivano organizzati festini nei quali era coinvolto come “reclutatore di ragazze” anche un gendarme della Santa Sede”.

Parole che hanno aperto nuove strade e considerazioni sul caso Orlandi.

Blitzquotidiano vi chiede: Emanuela Orlandi presa in ostaggio, vittima di un incidente o caduta in un giro di orge?

[SURVEYS 24]