Sondaggio: come reagite quando siete alla guida? Insulti, applausi…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2014 9:28 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2014 9:32
Sondaggio: come vi comportate alla guida? Nervosi, timidi...

Le famose corna di Vittorio Gassman ne “Il Sorpasso”

ROMA – Il comportamento degli  italiani al volante finisce sotto la lente del Centro studi e documentazione Direct Line. Gli analisti della compagnia di assicurazione online, hanno chiesto ai guidatori nostrani come reagirebbero in caso di insulto e a chi si rivolgono quando sono arrabbiati.

La tendenza più comune, secondo lo studio, è quella di prendersela direttamente con il conducente reo di un comportamento scorretto con il 67% del campione degli intervistati che dichiara di essere direttamente apostrofato con termini poco civili da parte dei vicini di vettura; a seguire gli insulti a prefetti e istruttori di scuola guida colpevoli di aver concesso la patente (28%), seguiti da mamme e sorelle, prese di mira dall’11% dei guidatori arrabbiati.

La reazione all’insulto invece si dimostra abbastanza pacata con il 53% che dichiara di rimanere indifferente e non rispondere alle provocazioni. A perdere le staffe sono invece il 47% che risponde per le rime o reagisce malamente agli insulti. Il 30% di quelli che rispondono, insulta e urla dal finestrino, un altro 30% si rivolge al suo aggressore verbale con un applauso ironico e il 28% mostra senza esitazione il dito medio.

Lo studio analizza poi le fasce d’età dove risultano più rissosi i guidatori tra i 25 e i 34 anni: il 45% cede infatti alla tentazione di rispondere a tono insultando e urlando dal finestrino; dare libero sfogo al clacson è invece la risposta preferita dei 18-24enni (40%), mentre i 35-55enni preferiscono la sottile arte dell’ironia: a offrire il proprio applauso a chi li insulta è infatti il 38% dei guidatori tra i 35 e i 44 anni e il 45% degli over 45.

Tra le cause che invece provocano la reazione degli automobilisti, secondo l’analisi Direct Line, è soprattutto l’eccessiva velocità, causa di critiche per il 19% degli intervistati, compensata dall’eccessiva calma recriminata al 13%, il nervosismo al volante (13%), il mancato rispetto delle distanze di sicurezza (11%) e la distrazione (10%). Sorprendentemente basse poi le percentuali delle reazioni verso chi non utilizza gli indicatori di direzione (5%) e per chi non rispetta le precedenze (3%).

Blitz Quotidiano vi chiede: come reagite alle offese quando siete alla guida?

[SURVEYS 272]